dalla Home

Speciale

EICMA 2018

dal 08/11 al 11/11

Curiosità

pubblicato il 6 giugno 2018

MotoGP18, il videogame per sentirsi Vale Rossi

Ampiamente rivisto e migliorato, il titolo della milanese Milestone sarà in vendita dal 7 giugno

MotoGP18, il videogame per sentirsi Vale Rossi
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 18, il videogioco per sentirsi Vale Rossi - anteprima 1
  • MotoGP 18, il videogioco per sentirsi Vale Rossi - anteprima 2
  • MotoGP 18, il videogioco per sentirsi Vale Rossi - anteprima 3
  • MotoGP 18, il videogioco per sentirsi Vale Rossi - anteprima 4
  • MotoGP 18, il videogioco per sentirsi Vale Rossi - anteprima 5
  • MotoGP 18, il videogioco per sentirsi Vale Rossi - anteprima 6

Sta per arrivare nei negozi di gaming il nuovo MotoGP18, reboot del titolo di punta di Milestone. La casa di videogames milanese ha lavorato parecchio su questo nuovo gioco, per fornire un'esperienza ancora più intensa agli amanti delle due ruote. Tutto è stato rivisto, affinato, migliorato. Per un risultato, dicono in Milestone, di alto livello.

Grafica completamente rinnovata

Tanto per cominciare, MotoGP18 “pulsa” grazie ad un nuovo cuore, il motore grafico Unreal Engine 4. Si tratta di un vero e proprio – usando le parole di Matteo Pezzotti, Lead Designer Milestone - “salto in avanti in termini di innovazione tecnologica che assicura un incredibile avanzamento in termini di qualità visiva, nonché di realismo e illuminazione”. Rivista anche la fisica: grazie alla simulazione realistica, il gioco riproduce fedelmente tutti i comportamenti delle moto, riducendo sensibilmente la differenza tra finzione e realtà.

Riproduzione fedele

Durante le gare della precedente stagione MotoGP gli sviluppatori Milestone hanno utilizzato droni, al fine di riprodurre fedelmente tutti i tracciati del mondo. Ma ci sono anche altre features, come gli aiuti di guida, per avvicinare i meno esperti al mondo del gaming e farli divertire come i “pro”. Seguendo le traiettorie, che indicano anche dove accelerare o frenare, si riesce a guidare piuttosto bene anche se la capacità non è quella dei migliori. Oppure le possibilità di sviluppo e set-up della moto: si possono modificare motore, freni, chassis, sospensioni e aerodinamica. Il tutto, attraverso sfide ad hoc con gli altri giocatori, che fanno guadagnare importanti “punti-modifica”. Volendo, ci si può affidare ai consigli dei tecnici.

Esce il 7 giugno

Il tutto, naturalmente, anche in modalità online, dove poter sfidare altri “piloti” connessi da tutto il mondo. Non manca la “modalità spettatore”, per vedere gli altri che giocano e carpire così i segreti dei più bravi e veloci. Ben 19 i circuiti, compreso l'inedito Buriram International Circuit, in Thailandia sui quali si può correre con tutti i team di Moto 2, Moto 3, MotoGP e RedBull MotoGP Rookies Cup. Disponibile per PlayStation4, Xbox One, Windows PC/Steam, MotoGP18 arriva nei negozi di gaming il 7 giugno.

Autore: Andrea Rapelli

Tag: Curiosità , videogames


Top