dalla Home

Curiosità

pubblicato il 17 maggio 2018

Kramer HKR Evo 2, leggerezza al potere

Una supersportiva in serie limitata, con un cuore monocilindrico derivato da KTM Duke e soli 127 kg di peso

Kramer HKR Evo 2, leggerezza al potere
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Kramer HKR EVO 2 - anteprima 1
  • Kramer HKR EVO 2 - anteprima 2
  • Kramer HKR EVO 2 - anteprima 3
  • Kramer HKR EVO 2 - anteprima 4
  • Kramer HKR EVO 2 - anteprima 5

Meno cavalli e più divertimento. È questa l’estrema sintesi del lavoro di Markus Krämer, ex ingegnere meccanico in forza a KTM, che insieme a due colleghi ha iniziato nel 2009 la sua personale ricerca di una nuova formula per far tornare le supersportive ad essere divertenti e anche “psicologicamente” più gestibili delle attuali, dominate da potenze che superano i 200 cavalli e da cubature sempre più grandi.

La nascita della HKR

Dal dilemma di Kramer, e con l’aiuto dei colleghi, nasce la EVO 1, con motore da 690 cc di derivazione KTM per 125 kg di peso, che presto si evolve nell’EVO 2 RR, con cilindrata portata a 790 cc e peso sempre al di sotto dei 130 kg, fino a trovare la sua doppia versione definitiva nei modelli EVO 2 R e EVO 2 S. Entrambi sono dotati di motore monocilindrico da 690 cc preso in prestito dalla KTM Duke, che sviluppa 81 cavalli nella versione R e 75 nella R. In entrambe le versioni il telaio tubolare in cromo-molibdeno pesa solo 6,5 kg e il resto della componentistica tiene alti i concetti di leggerezza e prestazioni: la forcella anteriore da 43 mm e il monoshock posteriore sono marchiati WP e derivano dalla KTM RC8, l’impianto di scarico Akrapovic, i cerchi sono firmati OZ mentre il quickshifter di cui è dotata la EVO 2 è TransLogic e l’impianto frenante vanta dischi Moto Master e pinze Brembo. Il serbatoio da 12 litri è stato posto sotto la sella per ridurre le masse sospese e il risultato è che la moto in entrambe le sue declinazioni sfiora i 127 kg.

Edizione limitata

La richiesta di produzione arrivata a Markus Krämer negli ultimi anni lo ha convinto a sviluppare una serie limitata si HKR EVO 2, e ad aprire una filiale negli Stati Uniti, a West Fargo, nel North Dakota. Con 15.999 dollari si può portare a casa questa monocilindrica superveloce, oppure per 490 euro al giorno si può provare l’ebrezza di montare in sella alla EVO 2 e sfrecciare in pista, e decidere se il divertimento è solo questione di cavalli oppure no.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , monocilindriche , endurance , concept


Top