dalla Home

Curiosità

pubblicato il 16 maggio 2018

Paton torna al Tourist Trophy con Eni e Dell’Orto

Collaborazione storica tra le tre aziende italiane per tentare di sbancare il circuito dell’Isola di Man

Paton torna al Tourist Trophy con Eni e Dell’Orto

Dopo la vittoria del trofeo nella categoria Lightweight all’esordio, la factory milanese Paton torna sull’Isola di Man per il Tourist Trophy e stavolta lo fa con due partner d’eccezione. Dietro il marchio di moto meneghino da ormai due anni c’è la gestione di un’altra azienda lombarda: Sc Project, che ha fondato il Reparto Corse che vanta già la vittoria nella gara endurance dell’isola inglese e che cercherà di confermarsi con la coppia Dunlop-Bonetti.

Alla ricerca del bis 

Per il 2018 Paton può vantare la collaborazione di un’altra eccellenza come Dell’Orto, leader nella produzione di carburatori per moto, sistemi a iniezione e centraline elettroniche, che dallo scorso anno è distributore ufficiale dei prodotti ENI I-Ride, lubrificanti ad alto contenuto tecnologico per moto e scooter. Una partnership che non si limiterà solo alla Paton S1-R Lightweight, ma all’intera gamma stradale Paton, che avrà i prodotti ENI come primo equipaggiamento. Un “patto” che lascia soddisfatti tutti, specialmente i titolari di SC-Project e Paton, Marco De Rossi e Stefano Lavazza: ““Siamo davvero orgogliosi di poter avviare una partnership tecnica di tale livello fra il Team Paton SC-Project Reparto Corse, Eni e Dell’Orto. Questa collaborazione non deve essere vista come un punto di arrivo, bensì come l’avvio di un progetto tecnico forte e deciso in grado di portare tali eccellenze italiane a competere e primeggiare nel mondo. Siamo consapevoli del fatto che con Eni e Dellorto il nostro compito sia quello di confermarci la moto da battere sull’Isola di Man!

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , endurance , tourist trophy , lubrificanti


Top