dalla Home

Curiosità

pubblicato il 5 maggio 2018

Yamaha, Tracer 700 e Tmax 530 moto ufficiali del Giro d’Italia

I due modelli scorteranno i campioni del ciclismo durante le 21 tappe della Corsa Rosa

Yamaha, Tracer 700 e Tmax 530 moto ufficiali del Giro d’Italia

Tra le centinaia di ciclisti impegnati a guadagnarsi una posizione di rilievo per le strade toccate dal Giro d’Italia, che quest’anno si divide tra Israele e Italia, spiccherà la livrea ad edizione limitata del TMAX 530 e della Tracer 700, vestite di tutto punto per accompagnare ufficialmente lo svolgimento di tutte le tappe della gara.

L’accordo

La partnership tra Yamaha Motor Europe e RCS Sport-La Gazzetta dello Sport prevede 4 anni di collaborazione in cui i mezzi della casa di Iwata scorteranno i ciclisti lungo le tappe della Corsa Rosa. Per l’edizione 2018, partita ieri da Gerusalemme, saranno 32 i mezzi Yamaha impegnati: 24 TMAX 530 e 8 Tracer 700 che saranno al servizio della direzione di gara, dei commissari itineranti e della squadra di supporto, oltre che delle staffette dedicate al cambio ruote dei ciclisti. "Siamo felici ed orgogliosi di essere nuovamente partner del Giro d'Italia, che anche quest'anno segna un nuovo capitolo nella storia del ciclismo con la partenza da Gerusalemme. Crediamo che accompagnare questa competizione equivalga a sostenere i principi di sportività, equilibrio e uguaglianza che rendono lo sport un esempio al quale ispirarsi indipendentemente dalla nazione di provenienza" ha commentato Andrea Colombi, Country Manager di Yamaha in Italia.

L’edizione 2018

Come ormai succede da qualche anno la Corsa Rosa ha esteso i suoi confini e sempre più spesso si sposta verso l’estero per alcune tappe del calendario. Quest’anno è Israele a ospitare i 21 team in gara e i 168 ciclisti che si sfidano nelle 21 giornate dedicate alla gara. Il Giro d’Italia 2018 è partito infatti da Gerusalemme, con una cronometro individuale di 9,7km e prosegue oggi con i 167 km di Haifa-Tel Aviv che compongono la seconda tappa e i 229 km da Be’er Sheva a Eilat della terza e ultima tappa estera. Si volerà poi in Sicilia, passando per l’Etna, raggiungendo la Calabria e toccando Campania, Abruzzo, Umbria, Marche, Emilia-Romagna, Trentino, per poi scendere fino a Roma, teatro della tappa finale.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , gare , maxi scooter , bicicliette


Top