dalla Home

Novità

pubblicato il 6 marzo 2018

Beta Alp 4.0 2018: arriva l'Euro 4

Modifiche non solo al motore, ma anche a design e ciclistica

Beta Alp 4.0 2018: arriva l'Euro 4

La Beta Alp 4.0 è una di quelle moto che si possono definire intelligenti. Può essere usata come veicolo da diporto cittadino, ma anche sui sentieri per del sano motoalpinismo, grazie al telaio agile e robusto, alla ruota anteriore da 21" e alla sua leggerezza (133 kg a secco). Il tutto, senza i costi di gestione delle enduro più specialistiche. Oppure, può essere perfetta per imparare. Sia come sia, da adesso, con l'arrivo dell'omologazione antinquinamento Euro 4, si è fatta ancora più desiderabile. 

Novità per forcella e freni

Per cominciare, ecco un paio di nuove colorazioni: bianco e nero, con la particolarità - per entrambe - del telaio rosso a contrasto. Ma a Rignano sull'Arno hanno modificato anche il setting della forcella con steli da 46 mm di diametro, ora ammorbidita. Rivisti anche i freni, con l'arrivo della pompa anteriore Nissin, che morde un disco da 260 mm. Dietro, invece, è comparso un pistoncino più piccolo, per incrementare le prestazioni del disco da 220 mm.

Poco più di 5.000 euro

Oltre alla nuova centralina motore con presa di diagnostica OBD, necessaria per ottemperare alle normative Euro 4, la strumentazione ha guadagnato un nuovo e più chiaro display. Il motore è invece il solito monocilindrico da 393 cc, dotato di avviamento elettrico e cambio a sei marce. La Beta Alp 4.0 2018 è già disponibile in tutti i concessionari Beta, a 5.490 euro. 

Autore: Andrea Rapelli

Tag: Novità , enduro


Top