dalla Home

Novità

pubblicato il 16 febbraio 2018

Emflux One, la supersportiva elettrica indiana

Accreditata di un'autonomia da circa 200 km, vuole essere l'alternativa reale alle superbike tradizionali

Emflux One, la supersportiva elettrica indiana
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Emflux One - anteprima 1
  • Emflux One - anteprima 2
  • Emflux One - anteprima 3

Ultimamente, l'India sta sfornando proposte molti interessanti nell'ambito della mobilità pulita. Ma non per questo noiosa: la TVS Zeppelin ne è un esempio. Così come la Emflux One, supersportiva elettrica che mira a scardinare, uno per uno, tutti i soliti pregiudizi dei motociclisti sulla propulsione ad elettroni. 

A tutta autonomia

Come? Tanto per cominciare con una linea che può ingolosire, anche i più tradizionalisti e pure alle nostre latitudini. D'accordo, forse ci sono un po' troppi spigoli e codino e serbatoio sono molto alti in rapporto alla parte bassa della moto. Ma si deve tenere presente che il bello sta sotto. La Emflux One è mossa infatti da un cuore elettrico raffreddato ad acqua capace di 53 kW, ovvero 71 CV. Grazie alla batteria agli ioni di litio da 9,7 kWh, con celle by Samsung, l'autonomia dovrebbe raggiungere i 200 km in extraurbano e circa 150 km in città. 

Ricarica veloce

Interessante anche la ricarica: la Emflux One si riempie di energia in tre ore, se attaccata alla presa elettrica convenzionale. Se invece si dispone di colonnina, in 36 minuti si avrà l'80% di carica. Sosta al bar per un caffè, quattro chiacchiere con i compagni di gita e lei è già pronta per ripartire. Non mancano poi display touch, connessione 3G, Bluetooth e Wi-Fi, telecamere davanti e dietro. E ciclistica all'altezza: il telaio è a traliccio di tubi in acciaio, il forcellone è monobraccio e l'impianto frenante, marchiato Brembo, può contare sulle garanzie offerte dall'ABS.

Arriva nel 2019

Il tutto ad un prezzo decisamente umano: in India, la Emflux One - disponibile dal 2019 - costerà l'equivalente di quasi 8.000 euro. Che diventano circa 13.500 per la versione con carene in carbonio, sospensioni Ohlins e cerchi forgiati. Il costruttore indiano prevede di venderne almeno 199 in "casa" e oltre 300 unità all'estero. Considerando le caratteristiche tecniche, potrebbe riuscirci senza grossi problemi. C'è solo da capire come si comporterà su strada...

Autore: Andrea Rapelli

Tag: Novità , moto elettriche


Top