dalla Home

Special e Elaborazioni

pubblicato il 15 febbraio 2018

Ducati Scrambler Desert Sled, quella di Unit Garage è ancora più “off”

Il “customizer” italiano ha realizzato un kit che esalta le doti fuoristradistiche della moto

Ducati Scrambler Desert Sled, quella di Unit Garage è ancora più “off”
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Ducati Desert Sled di Unit Garage - anteprima 1
  • Ducati Desert Sled di Unit Garage - anteprima 2
  • Ducati Desert Sled di Unit Garage - anteprima 3
  • Ducati Desert Sled di Unit Garage - anteprima 4
  • Ducati Desert Sled di Unit Garage - anteprima 5

Qualcuno potrebbe dire che in fondo personalizzare una moto già particolarmente attraente come la Ducati Scrambler Desert Sled sia un gioco da ragazzi. Ma farlo con classe e senza stravolgere l’anima di una moto pensata per “mangiare polvere”, non è affatto semplice. Se poi racchiudi pure il tutto in un kit ad hoc, allora potresti davvero fare la felicità di molti possessori di Desert Sled. Ed è quello che ha fatto più o meno Fabio Marcaccini di Unit Garage, realizzando un kit estetico (e non solo) finalizzato ad esaltare le prestazioni in off-road della moto.

Più off…

"La moto è più 'off' e meno 'on' su strada", spiega Fabio. "Perché se chiami una motocicletta una Desert Sled, prima o poi troverai qualcuno che andrà nel deserto. È più facile da guidare perché ha un serbatoio più corto che consente una posizione di guida migliore. È possibile ottenere fino a sei centimetri più vicino al manubrio, il che migliora notevolmente la sensazione quando si guida fuori strada. "

Piccole modifiche

Per ottenere questo risultato, i ragazzi di Unit Garage hanno operato sul serbatoio originale, modificandone solo la parte superiore e riuscendone ad aumentare la capienza di due/tre litri. C’è una nuova sella divisa in due parti, con la parte posteriore rimovibile per far spazio a piccoli oggetti. Inoltre, il kit prevede anche una borsa laterale con sistema di sgancio rapido e una piccola cassetta degli attrezzi da posizionare sotto il forcellone, oltre a un kit per riparare catene rotte o pneumatici forati (d’altronde Fabio ha progettato una roba simile in occasione della sua Parigi-Dakar del 1990).

Termignoni

Completano il quadro i pannelli laterali in alluminio, lo scarico Termignoni e i colori che richiamano gli anni ’80. Insomma, si tratta di un kit che non renderà la Desert Sled una moto da Dakar, ma sicuramente un mezzo con cui potersi divertire un bel po’… (Credits: Bikexif)

 

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni , special


Top