dalla Home

Speciale

EICMA 2018

dal 08/11 al 11/11

Novità

pubblicato il 15 febbraio 2018

TVS Zeppelin, l'ibrida che arriva dall'India

Dal main partner di BMW una moto che schiude nuovi orizzonti per le due ruote di domani

TVS Zeppelin, l'ibrida che arriva dall'India

Dirigibili e band famose qui non c'entrano: la TVS Zeppelin viene dall'India e potrebbe essere una delle prime moto ibride ad arrivare in commercio. L'idea è venuta al main partner indiano di BMW - la TVS produce nei suoi stabilimenti G 310 R e G 310 GS - che ha provato ad inserire il concetto di ibrido nelle due ruote. 

I benefici dell'E-Boost

Ne è venuta fuori una cruiser imponente, con qualche tratto futuristico e posizione di guida comoda, con pedane avanzate. Ma il bello arriva nel cuore: ad un monocilindrico completamente nuovo di 220 cc, capace di 20 CV a 8.500 giri e 18,5 Nm a 7.000 giri, è accoppiato un motore elettrico, denominato E-Boost. Che dovrebbe regalare al pilota un bel 20% in più di coppia quando si ruota tutta la manopola dell'acceleratore. Il cuore elettrico della TVS Zeppelin dovrebbe avere una potenza di circa 1-1,2 kW, alimentandosi direttamente da una batteria agli ioni di litio da 48V, ricaricabile in decelerazione e frenata. 

Una moto connessa

Il tutto corredato da un contorno di classe: forcella a steli rovesciati da 41 mm di diametro, cerchi a raggi con pneumatici Pirelli Sport Demon, freni (il disco anteriore è da 300 mm) con sistema ABS, specchi alle estremità del manubrio e perfino action cam ad alta definizione integrata nel faro anteriore a LED, oltre ad un sistema che permette di connettere il proprio smartphone alla moto, gestendo molte funzionalità da remoto. 

Nuovi (ibridi) orizzonti

Se il nuovo monocilindrico raffreddato a liquido della Zeppelin muoverà la quasi totalità delle TVS del futuro, la Zeppelin - secondo quanto dichiarato dalla Casa indiana - potrebbe arrivare sul mercato fra il 2018 e il 2019. La certezza non c'è ma è indubbio che, se dovesse effettivamente essere prodotta, una moto così potrebbe scombinare i piani di parecchi costruttori. E portare il mondo delle due ruote verso nuovi (e più puliti) scenari. Seguendo, è il caso di dirlo, l'esempio delle quattro ruote.

Autore: Andrea Rapelli

Tag: Novità , moto elettriche


Top