dalla Home

Attualità e Mercato

pubblicato il 2 febbraio 2018

Mercato moto e scooter, il 2018 inizia alla grande: a gennaio +33,6%

Crescono tanto le moto ma anche gli scooter non vanno affatto male. Si inizia con il piede giusto

Mercato moto e scooter, il 2018 inizia alla grande: a gennaio +33,6%

Parte coi botti il 2018 per il mercato moto e scooter. In Italia si registrano a gennaio 13.016 unità vendute che corrispondono a un +33,6% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. E sono in particolare le moto a trainare le vendite, con un +41,4%, con gli scooter a +27,4%

Analisi moto e scooter

Negli scooter si registra un buon incremento di volumi per i 125cc con 2.440 unità e un +24,8%, seguiti dagli scooter tra 300-500cc con 2.255 pezzi e un +20,1%. In linea anche le cilindrate da 150 fino a 250cc con 1.559 veicoli immatricolati, pari al +22,4%; exploit per i maxiscooter oltre 500cc con vendite più che raddoppiate nel mese pari a 638 scooter e un +109%. Per le moto, invece, il segmento più importante resta quello oltre 1000cc con 1.840 moto e un +37,7%. Seguono le 800-1000cc in controtendenza con 1.215 unità e un -5,9%. Straordinaria la crescita delle cilindrate da 300 fino a 500cc che raddoppiano i volumi con 1.178 pezzi venduti pari al +100,7%. Le medie cilindrate tra 600 e 750cc con 913 pezzi totalizzano un +49,2%. Risultato eccezionale anche per le 125cc con 725 vendite pari al +125,2 %. Infine le 150-250cc con 253 moto e un +38%. Passando ai segmenti al primo posto ci sono sempre le enduro stradali ( 2.387 pezzi e un +54,9%), seguite da naked (1.909 unità segnano un +61,1%) e moto da turismo (806 pezzi pari al +12,9%). Ma crescono anche custom, sportive e supermotard. Tra le moto più vendute non si registrano grosse novità rispetto alle tendenze dello scorso anno: svetta al primo posto la BMW R 1200 GS, seguita dalla omonima versione Adventure e dalla Africa Twin; la Ducati più venduta non è lo Scrambler, bensì la Multistrada 1260 e KTM ha registrato ottimi risultati dalla 300 ECX.

Le parole di Andrea Dell'Orto

“L’inizio del 2018 risulta molto soddisfacente per il nostro mercato, grazie ai nuovi prodotti che stanno incontrando il favore degli utenti, ma sicuramente aiuta anche lo scenario macroeconomico che mostra finalmente indicatori positivi consolidati. Prosegue il miglioramento della fiducia dei consumatori grazie al recupero dell’occupazione e anche ordini e investimenti sono in rialzo. In particolare le esportazioni accelerano la richiesta dei nostri prodotti. Il settore automotive conferma l’effetto traino sulla ripresa e le due ruote esprimono il loro potenziale attraverso la rinnovata passione per le moto, che acquisiscono nuovi clienti, e il ruolo indispensabile degli scooter per la mobilità sostenibile - dichiara Andrea Dell’Orto, Presidente di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) – Le condizioni favorevoli che riscontriamo ci spronano a sollecitare una maggiore attenzione al settore da parte della politica che si appresta a rinnovare il Parlamento ed il Governo. 8.600.000 utenti si aspettano una rapida approvazione delle modifiche al codice della Strada, in stallo da anni. Dalle amministrazioni pubbliche si attendono i necessari investimenti, anche utilizzando i proventi delle multe, per aumentare la sicurezza stradale con infrastrutture che tengano conto di chi viaggia su due ruote. Confindustria Ancma continuerà ad attivarsi perché le due ruote siano inserite da protagoniste nei piani di mobilità sostenibile.”

Autore: Alessandro Botta

Tag: Attualità e Mercato , mercato


Top