dalla Home

Attualità e Mercato

pubblicato il 26 gennaio 2018

Autostrade: prorogato fino al 30 giugno lo sconto per motociclisti

L'agevolazione è riservata al Telepass accoppiato esclusivamente ad una moto

Autostrade: prorogato fino al 30 giugno lo sconto per motociclisti

Lo sconto del 30% sul pedaggio autostradale riservato ai motociclisti con Telepass dedicato alla moto è stato prorogato: con una mossa dell'ultimo secondo, il provvedimento è stato infatti "allungato" fino a fine giugno 2018.

Proroga di altri sei mesi

"Il Ministero dei Trasporti e l'AISCAT (Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori), dopo un mese di silenzio che aveva suscitato perplessità e malumore fra i motociclisti - si legge in una nota della Federazione Motociclistica Italiana - ha infatti confermato il provvedimento con proroga fino al prossimo 30 giugno 2018, data nella quale sarà fatta una valutazione complessiva del provvedimento". Cioé: se un buon numero di motociclisti avrà sfruttato lo sconto, è probabile una ulteriore estensione dell'agevolazione nel tempo. Anche se non se ne ha la certezza.

Sconto retroattivo

Dalle istituzioni - nella fattispecie il Ministro dei Trasporti - arrivano però parole confortanti:"La riduzione per i motocicli in autostrada è giusta e supera un'anomalia unica ormai in Europa, portando i conducenti a scegliere un modo di viaggiare più sicuro" ha dichiarato Graziano Delrio. Lo sconto, inoltre, sarà in vigore in modo retroattivo: ciò significa che tutti coloro che hanno usufruito del servizio dal 1° gennaio 2018 ad oggi riceveranno comunque il rimborso della quota.

E i 125cc in autostrada?

Il prossimo passaggio - se davvero il Ministro Delrio tiene in considerazione il popolo dei motociclisti - potrebbe essere il libero accesso dei 125 cc su autostrade e tangenziali, un provvedimento atteso da anni lungo lo Stivale. E, magari, l'apertura delle corsie preferenziali a moto e scooter in alcune città che ancora non lo permettono, come ad esempio Roma. Speriamo che il 2018 porti buone notizie: nel frattempo, non ci resta che attendere e tenere le dita incrociate.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , codice della strada


Top