dalla Home

Novità

pubblicato il 16 gennaio 2018

Beta RR 125 2T 2018, l'enduro per i giovani che vogliono correre [VIDEO]

Tante le modifiche per la quarto di litro della Casa toscana, quasi tutta nuova

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Beta RR 125 2T 2018 - anteprima 1
  • Beta RR 125 2T 2018 - anteprima 2
  • Beta RR 125 2T 2018 - anteprima 3
  • Beta RR 125 2T 2018 - anteprima 4
  • Beta RR 125 2T 2018 - anteprima 5

Il cuore della Beta RR 125 2T 2018 è piccolo, ma dentro di sé si sente davvero grande: infondo, è lui che muove una moto pensata per far gareggiare i sedicenni che vogliono cimentarsi nelle categorie Junior e Youth del Mondiale Enduro ed alle Cadetti, Junior ed E1 del Campionato Italiano Enduro. Senza dimenticare tutte le categorie riservate alle piccole 2T dei vari campionati nazionali, forte dell'omologazione antinquinamento Euro 4.

Lavoro di cesello  

Per il 2018, la Beta RR 125 2T è cambiata tantissimo. Il motore monocilindrico, interamente progettato dalla Casa di Rignano sull'Arno, è uno scrigno di tecnologia: fra le tante, ricordiamo il pistone da 54 mm di diametro bifascia, testa scomponibile e carter pressofusi in alluminio, albero motore con inserti in poliammide. E poi cambio a 6 rapporti ad innesti frontali (appositamente sviluppato per questo motore) frizione multidisco e, dulcis in fundo, scarico costruito ad hoc e avviamento elettrico.

Tante le modifiche 

Mica finita: la Beta RR 125 2T 2018 ha una nuova geometria degli attacchi superiori, che migliora la rigidità del telaio, ma anche sospensioni Sachs (con forcella a cartuccia e steli da 48 mm di diametro), manicotto scatola filtro specifico, protezione motore in poliammide, serbatoio benzina leggermente ridotto – per risparmiare peso e ridurre gli ingombri – e un impianto frenante Nissin, lo stesso delle altre RR più grandi. Il tutto per 7.800 euro, già in concessionaria.  

Autore: Andrea Rapelli

Tag: Novità , enduro


Top