Novità

pubblicato il 14 gennaio 2018

Ujet, lo scooter ripiegabile in mostra al CES 2018

Si trasporta come un trolley, ma costa piuttosto caro

Ujet, lo scooter ripiegabile in mostra al CES 2018
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Ujet, scooter elettrico pieghevole - anteprima 1
  • Ujet, scooter elettrico pieghevole - anteprima 2
  • Ujet, scooter elettrico pieghevole - anteprima 3
  • Ujet, scooter elettrico pieghevole - anteprima 4
  • Ujet, scooter elettrico pieghevole - anteprima 5
  • Ujet, scooter elettrico pieghevole - anteprima 6

Fino ad ora, sui nostri mezzi pubblici, abbiamo visto tutt'al più biciclette pieghevoli. Tra poco, tuttavia, sarà possibile (non proprio probabile, visto il prezzo, tra i 7.000 e i circa 9.000 euro, a seconda delle batterie) vedere anche pendolari che si portano dietro l'Ujet, scooter elettrico ripiegabile presentato al CES di Las Vegas.

Peso piuma

I veicoli armoniosi nelle linee sono altri, ma è indubbio che questo Ujet, prodotto da un'azienda con sede in Lussemburgo, punti soprattutto sulla praticità: sostanzialmente, una volta ripiegato (c'è uno snodo al centro del telaio asimmetrico), si può portare con sé a mò di trolley, sfruttando le sue ruote. Se il peso non è proprio piuma - dai 43 ai 49 kg a seconda delle batterie installate - c'è da dire che questo e-scooter è costruito con materiali di assoluto pregio: fibra di carbonio e alluminio. I pneumatici, inoltre, sono stati sviluppati apposta per "lui" e sono estremamente leggeri mentre la luce anteriore è a LED e ha un sensore giorno-notte.

Doppia autonomia

Il motore dell'Ujet, estremamente compatto, è integrato nella ruota posteriore e sviluppa 4 kW (5,44 CV), conditi con ben 90 Nm di coppia, mentre i dischi freno sono fissati sul bordo del cerchio. Quanto basta per divincolarsi nel traffico cittadino. Due le batterie disponibili, entrambe asportabili e ricaricabili ovunque: una da 70 km e un'altra, più potente, da 150 km di autonomia. Entrambe vantano una ricarica piuttosto breve, che dura circa due ore.

Uno scooter "connesso"

Questo scooterino elettrico si può naturalmente controllare con un'app dedicata, disponibile sia per Android sia per Apple iOS. Così, lo smartphone diventa la chiave d'avviamento dello scooter, ne determina la posizione e vi consente di avere assistenza se ci sono problemi. Non solo: la strumentazione, con grande schermo a colori, permette di connettersi al telefonino e sfruttare così le funzionalità GPS, 3G, Wi-Fi e Bluetooth. 

Autore: Andrea Rapelli

Tag: Novità , scooter


Top