Novità

pubblicato il 2 ottobre 2008

Kawasaki ZX-10R 2009

Arriva il bianco!

Kawasaki ZX-10R 2009
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Kawasaki ZX-10R 2009 - anteprima 1
  • Kawasaki ZX-10R 2009 - anteprima 2
  • Kawasaki ZX-10R 2009 - anteprima 3
  • Kawasaki ZX-10R 2009 - anteprima 4

Il bianco è certamente il colore "auto" dell'anno 2008 e, come prevedibile, si appresta a divenire un must anche in ambito motociclistico. Dopo aver conquistato i cuori dei clienti Ducati sulla 848, infatti, siamo certi che il bianco nella tinta “Pearl Stardust White" della Kawasaki ZX-10R 2009 sarà davvero gettonatissimo. L'inedita grafica non sarà comunque l'unica per quest'anno: al classico Lime Green, infatti, si affiancherà come al solito anche il nero Ebony.

Di altre novità, sul M.Y. '09 della Ninja 1000 non se ne parla. Del resto la ZX-10R detiene un record di potenza difficilmente battibile, 188 CV (200 con l'airbox in pressione) ed un peso particolarmente contenuto: 179 kg a secco.

Facile intuire, dunque, il livello prestazionale raggiunto dalla SBK di Akashi, che da parte sua ha cercato di fare di tutto per rendersi il più guidabile possibile nonostante lo smisurato potenziale tecnico. C'è tanta elettronica, infatti, a rendere più "umano" il rapporto tra uomo e macchina, a partire dall'inedito KIMS (Kawasaki Ignition Management System) in grado di simulare per certi versi gli effetti di un controllo di trazione.

Attenzione però: non ci sono sensori sulla ruota ne giroscopi, quindi è pur sempre possibile mettersi la moto per cappello, ma la centralina elettronica è in grado di percepire la modalità di apertura del gas ed eventuali guadagni di giri troppo repentini e regolare/tagliare l'erogazione della potenza.

Il maxi telaio in alluminio "backbone" della Ninja è stato leggermente ridisegnato rispetto alla M.Y. 2006, anche se le modifiche più grandi riguardano gli spessori delle pareti ed il relativo coefficiente torsionale che se ne è ricavato. Il canotto di sterzo è stato spostato in avanti di 10 mm, nel tentativo di rendere più neutre le reazioni, ed allo stesso tempo il passo è cresciuto da 1.390 mm a 1.425 mm.

Spostato in basso anche il fulcro della sospensione posteriore, mentre nuove sono le ruote, più leggere rispetto al passato. Nuova anche la forcella Kayaba da 43 mm, a steli rovesciati e l'ammortizzatore posteriore, dotato di una nuova "doppia regolazione" per le basse e le alte velocità.

Il reparto frenante è affidato ad un sistema composto da pinze ad attacco radiali, che spingono sui dischi a margherita due sole pastiglie al posto delle quattro utuilizzate in passato. Neanche in termini di prezzo dovrebbero esserci differenze rispetto al M.Y. 2008: 13.700 euro.

Autore: Redazione

Tag: Novità , strada , 1000 , saloni , intermot 2008


Top