Attualità e Mercato

pubblicato il 22 dicembre 2017

Semaforo countdown: aumenta la sicurezza stradale?

Il conto alla rovescia prima del rosso dovrebbe far calare gli incidenti. Almeno in teoria

Semaforo countdown: aumenta la sicurezza stradale?

Sapevate che, dal 19 dicembre scorso, i gestori delle strade possono installare in Italia i semafori con il countdown? Lo evidenzia poliziamunicipale.it. L’importante è che questi apparecchi siano omologati. Sta tutto scritto nel decreto del ministero dei Trasporti del 27 aprile, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 19 giugno. Funziona così, solo per fare un esempio: mentre c’è il giallo, un conto alla rovescia su un display indica quanti secondi mancano all’accensione della luce rossa.

Quali requisiti

I semafori con conto alla rovescia possono essere piazzati in occasione dell’installazione di nuovi impianti semaforici o della sostituzione congiunta delle lanterne e del regolatore semaforico. Le luci countdown dovranno essere installate in abbinamento con le lanterne semaforiche cui sono associate, in posizione autonoma, poste in alto al di sopra della luce rossa fino all’altezza massima di 4 metri dal piano viario. Occhio: le tabelle contasecondi potranno essere installate anche per regolare i sensi unici alternati temporanei istituiti in caso di cantieri stradali.

Quale obiettivo

Il fine ultimo di chi ha scritto la legge (si era nel 2010, l’attesa è durata 7 anni prima che fosse emanato il decreto attuativo, operativo dal 19 dicembre 2017) è far calare gli incidenti. In teoria, il miglioramento della sicurezza stradale deriverebbe da questo: in moto o in auto, ora l’utente vede il conto alla rovescia della luce gialla. Sa che mancano 5 secondi all’accensione del rosso, poi 4, sino all’1, perché lo 0 non compare. Pertanto, si regola di conseguenza: sa se è opportuno rallentare o frenare. Niente attraversamento dell’incrocio, niente pericolo di sinistro. In realtà, le cose potrebbero addirittura peggiorare: il guidatore indisciplinato potrebbe essere indotto a dare gas per evitare di arrivare all’incrocio col rosso. Motociclisti e automobilisti imprudenti potrebbero correre ancora di più pur di evitare il rosso, specie se su quel semaforo c’è una telecamera che becca chi passa col rosso. Inviando poi la foto a un sistema che recapita la multa di 163 euro e il taglio di 6 punti-patente al proprietario del mezzo.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , incidenti


Top