Novità

pubblicato il 14 settembre 2008

Suzuki GSX-R 600 - 750 K9

Nuovi colori per un 2009 al top!

Suzuki GSX-R 600 - 750 K9
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Suzuki GSX-R 600 - 750 K9 - anteprima 1
  • Suzuki GSX-R 600 - 750 K9 - anteprima 2
  • Suzuki GSX-R 600 - 750 K9 - anteprima 3
  • Suzuki GSX-R 600 - 750 K9 - anteprima 4
  • Suzuki GSX-R 600 - 750 K9 - anteprima 5
  • Suzuki GSX-R 600 - 750 K9 - anteprima 6

La nuova Suzuki GSX-R 600 - 750 K9, sotto il profilo tecnico, è esattamente identica al modello K8: a farla sembrare diversa rispetto all'edizione dell'anno precedente, però, ci pensano le inedite grafiche che arriveranno entro l'inverno in concessionaria pronte per essere sfoggiate nella stagione motociclistica targata 2009.

Look aggressivo e reparto tecnico, al solito, di elevatissimo livello sono le principali peculiarità di GSX-R 600 e 750 in edizione K8 e K9, ormai l'unica ad essere declinata nelle due cilindrate che per anni hanno dato vita ai Mondali per derivate di serie: SuperSport la seicento, Superbike la settemmezzo.

Come per la sorellona da un litro lo scarico è basso ma è singolo e le mappature disponibili sono ben tre, grazie all'introduzione del sistema S-DMS: A, più aggressiva, B sempre full power ma più dolce e C per percorsi a scarsa aderenza. Rispetto all'unità vista fino a fine 2007 il motore non è stato stravolto ma semplicemente aggiornato: completamente rivista l'iniezione elettronica SDTV con due farfalle a diametro differenziato (40-46 per la 600 48-50 per la 750), nuovi e più precisi iniettori multiforo e maggior rapporto di compressione (da 12.5:1 a 12.8:1) per la 600.

Completamente riviste sono state anche le sezioni alla base dei cilindri, cresciute nel diametro, nuove le valvole allo scarico in titanio e nuovi i profili degli alberi a camme: per l'occasione sono state adottate anche delle candele all'iridio, retaggio delle competizioni.Rispetto al M.Y. 2006 e 2007 le K8 e K9 hanno conosciuto solamente piccoli aggiornamenti di dettaglio nel telaio, mentre il vecchio ammortizzatore di sterzo tradizionale è stato sostituito con uno di tipo elettronico. Più "smilzi" anche i dischi freno, che passano da 5.5 a 5 mm di diametro e più leggeri i cerchi in lega, a tutto vantaggio della riduzione dell'effetto volano e della relativa difficoltà che questo fenomeno crea nei cambi di direzione.

Suzuki GSX-R 600 e 750 K8 e K9 condividono le medisime quote ciclistiche: 1.400 mm di passo, 23°8' di inclinazione del canotto di sterzo e 97 mm di avancorsa. Piccole differenze invece riguardano la forcella, visto che quella della 750 vanta la doppia regolazione (alte e basse velocità) in compressione.

Le prestazioni sono ovviamente di altissimo livello: 125 a 13.500 giri per la 600 e 150 CV per la 750.

Autore: Redazione

Tag: Novità , strada , quadricilindriche , saloni , anticipazioni , intermot 2008


Top