Special e Elaborazioni

pubblicato il 21 novembre 2017

Suzuki: una GSX-R1000 speciale per festeggiare Marco Lucchinelli

L'ex pilota italiano è entrato a far parte della prestigiosa "MotoGP Hall of Fame"

Suzuki: una GSX-R1000 speciale per festeggiare Marco Lucchinelli
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Suzuki GSX-R1000 by Lucchinelli - anteprima 1
  • Suzuki GSX-R1000 by Lucchinelli - anteprima 2
  • Suzuki GSX-R1000 by Lucchinelli - anteprima 3
  • Suzuki GSX-R1000 by Lucchinelli - anteprima 4
  • Suzuki GSX-R1000 by Lucchinelli - anteprima 5

Chi ha qualche capello bianco in testa se lo ricorderà: nel 1981 uno pilota italiano dallo stile di guida spericolato, Marco Lucchinelli, vinse il Campionato del Mondo nella classe regina, la 500 cc, con la Suzuki RGV500. Oggi, a distanza di 36 anni da quell'exploit, Suzuki Italia omaggia “Lucky” con una one-off su base GSX-R1000, che riprende gli stilemi della moto da corsa del pilota ligure.

Un progetto nato in Italia 

Oltre al numero due su fondo giallo, ben in vista su cupolino e carene laterali, la Suzuki GSX-R1000 by Lucchinelli fa rivivere il bianco di sfondo, sul quale corre (è il caso di dirlo) una banda rossa e blu. Non mancano cerchi color oro, serbatoio con Marchio di Hamamatsu in bella evidenza e la scritta Lucky sul cupolino, dal quale sono scomparsi gli specchi retrovisori. Il lavoro è stato realizzato da Rizzi Design, ma il progetto grafico nasce dal Centro Stile di Suzuki Italia, per mano del Chief Designer Yasuhiro Nikaido.

Senti come suona 

Niente di nuovo né nel reparto sospensioni, né nella meccanica: a spingere la Suzuki GSX-R1000 by Lucchinelli c'è il solito quattro cilindri a fasatura variabile da 202 CV a 13.200 giri, che ora “cantano” meglio grazie allo scarico a doppia uscita by SC-Project. Ve ne siete innamorati? Purtroppo questa “Gixxer” rimarrà un esemplare unico. Ma chissà se qualcuno di voi, in garage...

Autore: Andrea Rapelli

Tag: Special e Elaborazioni , motogp


Top