Novità

pubblicato il 16 marzo 2009

Ducati Streetfighter

Ecco la super-naked di Borgo Panigale: da 14.990 euro

Ducati Streetfighter
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Ducati Streetfighter - anteprima 1
  • Ducati Streetfighter - anteprima 2
  • Ducati Streetfighter - anteprima 3
  • Ducati Streetfighter - anteprima 4
  • Ducati Streetfighter - anteprima 5
  • Ducati Streetfighter - anteprima 6

Basata sulla 1098, recentemente pensionata per fare posto all'erede 1198, la nuova Ducati Streetfighter mette da parte carenatura integrale e semimanubri, per fare posto ad un piccolo cupolino con ridotte funzioni aerodonamiche ed un largo manubrio ad ala di gabbiano, pensato per rendere più stradale la posizione di guida e più veloci i cambi di direzione. Nasce dunque una vera Streetfighter, la prima concepita tra le mura della factory di Borgo Panigale, forse l'unica a riuscire ad impensierire Aprilia Tuono in termini di tempi sul giro.

Per quanto riguarda l'aspetto prestazionale, infatti, la Streetfighter conserva quasi del tutto immutato il V90 Testastretta della SBK in phase out, pur proponendo una nuova curva di coppia pensata per migliorare tiro ai medi regimi: un grande vantaggio su strada, che è costato solamente 5 CV...dato che 155 CV a 9.500 giri rappresentano il cuore pulsante del nuovo progetto. Notevole, ovviamente, il valore di coppia massima, che si attesta a 119 Nm. L'aggressivo impianto di scarico, posto lateralmente, è un 2-1-2 con terminali sovrapposti, in grado di assicurare il pieno rispetto delle normative Euro3.

Il telaio a traliccio di tubi d'acciaio, prevede misure vitali "abbondanti": 1.475 mm di passo, e 25.6° di inclinazione del canotto di sterzo dovrebbero essere sono valori che assicurano a Streetfighter un comportamento dinamico equilibrato anche sul "veloce", dato che il peso a secco, non dichiarato ma certamente inferiore ai 170 kg, e la posizione di guida caratterizzata dall'ampio braccio di leva sul manubrio, faranno la loro parte nei percorsi guidati.

Per quanto riguarda la gamma, la versione standard sarà affiancata come "al solito" da una più prestazionale S. Già sul modello standard sono di serie le pinze Brembo monoblocco con dischi da 330 mm, mentre la forcella da 43 mm ed il mono che sovraintende il lavoro della sospensione posteriore a singolo braccio, entrambi Showa, vengono sostituiti da un più prestazionale pacchetto Ohlins (forcella 43 mm) sulla versione S. Le differenze non si limitano solo alle sospensioni ma anche ai cerchi in lega, a 5 razze forgiati sulla S contro i 10 razze di tipo tradizionale sulla standard.

Bianco perla o rossa, con telaio nero e cerchi grigi la colorazioni disponibili per il modello standard, mentre la S si potrà scegliere in rosso o nero con telaio e cerchi color bronzo.

14.990 il prezzo della Streetfighter standard, 18.700 quello della Streetfighter S, comprensivo di 2 anni a chilometraggio illimitato.

Ducati Streetfighter

Video ufficiale della nuova Ducati Streetfighter, la super-naked di Borgo Panigale

Autore: Redazione

Tag: Novità , strada , bicilindriche , naked


Top