Novità

pubblicato il 6 novembre 2017

Honda Africa Twin Adventure Sports, per lunghi viaggi... "sporchi" [VIDEO]

Più alta e con una maggiore vocazione all'offroad, s'ispira all'antenata XRV650

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Honda Africa Twin EICMA 2017 - anteprima 1
  • Honda Africa Twin EICMA 2017 - anteprima 2
  • Honda Africa Twin EICMA 2017 - anteprima 3
  • Honda Africa Twin EICMA 2017 - anteprima 4
  • Honda Africa Twin EICMA 2017 - anteprima 5
  • Honda Africa Twin EICMA 2017 - anteprima 6

Chi l'ha avuta, o la custodisce ancora, conosce bene queste due parole: Adventure Sports. Sono proprio loro a tenere a battesimo la versione più “globetrotter” della Honda Africa Twin 2018. Che aggiunge non solo un look ispirato alla tradizione, ma anche tutta una serie di accorgimenti per fare km in tutto relax, volentieri dove l'asfalto non c'è.

Colorazione "Parigi-Dakar"

Esteticamente sono due le cose che risaltano di più: la colorazione, ispirata a quella della Africa Twin XRV650 del 1988 e il serbatoio, maggiorato di 5,4 litri rispetto a quello dell'Africa normale. Ciò significa una capienza di 24,2 litri, sufficienti per un'autonomia – dichiarano in Honda – da circa 500 km. Dalla XRV650 arriva anche lo scomparto portaoggetti ricavato sul lato destro del codone. Mica finita: le sovrastrutture sono più estese, il parabrezza è più alto di 80 mm, la sella piatta, compaiono tubolari antiurto e un paracoppa più esteso.

Pronta a tutto 

Ma sono anche le misure a variare: rispetto alla standard, la Honda Africa Twin Adventure Sports ha una sella più alta di 50 mm, regolabile su due posizioni (920-900 mm). Inoltre, per agevolare la guida in piedi, tipica del fuoristrada, il manubrio è stato rialzato di 32,5 mm e arretrato di 5 mm. La strumentazione è cambiata e inclinata per favorire la visuale quando si guida in piedi. Le sospensioni regolabili hanno un'escursione maggiorata (+22 mm davanti, +20 dietro) per un totale di 252 mm della forcella Showa con steli da 45 mm, e 240 mm per il mono. Ne consegue una luce a terra da 270 mm, +20 rispetto all'Africa normale. I cerchi sono a raggi e possono montare pneumatici tassellati (c'è l'omologazione a libretto).

Arrivano tre mappature e un'erogazione rivista

La Honda Africa Twin Adventure Sports è mossa dal solito bicilindrico parallelo con testata Unicam da 95 CV (99 Nm a 6.000 giri), che ha ricevuto – come sulle altre Africa Twin 2018 – l'acceleratore Ride by Wire: ora si può scegliere fra quattro mappature (Tour, Urban, Gravel e personalizzabile) che modificano erogazione, freno motore e controllo di trazione (7 livelli). Nuovo è anche l'airbox, il terminale di scarico a doppia camera, i contrappesi di bilanciamento sono alleggeriti, la batteria è agli ioni di litio (-2,3 kg). Il tutto per un peso forma di 243 kg (dieci in più per la versione con cambio DCT), contro i 230 kg della versione base. Come optional, fra gli altri, è disponibile anche il dispositivo quickshifter per il modello manuale.

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Honda Africa Twin Adventure Sports - anteprima 1
  • Honda Africa Twin Adventure Sports - anteprima 2
  • Honda Africa Twin Adventure Sports - anteprima 3
  • Honda Africa Twin Adventure Sports - anteprima 4
  • Honda Africa Twin Adventure Sports - anteprima 5
  • Honda Africa Twin Adventure Sports - anteprima 6

Autore: Andrea Rapelli

Tag: Novità , eicma 2016


Top