Attualità e Mercato

pubblicato il 31 ottobre 2017

Rottamazione vecchie multe, come fare

Si rinnova la possibilità di pagare le vecchie multe senza interessi

Rottamazione vecchie multe, come fare

Avete debiti con un Comune in materia di multe da Codice della Strada? Magari per eccessi di velocità in moto beccati dagli autovelox, o passaggi col semaforo rosso in scoooter immortalati da qualche telecamera. Ora, le cartelle esattoriali del riscossore (era Equitalia, adesso  è l’Agenzia delle Entrate) possono essere di nuovo rottamate: non si pagano gli interessi.

Cosa dice la legge

Come ricorda Poliziamunicipale.it, sulla Gazzetta Ufficiale del 16 ottobre 2017 è stato pubblicato il decreto legge 148 recante "Disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili". Sentite qui: "I termini per il pagamento delle rate in scadenza nei mesi di luglio e settembre 2017 sono fissati al 30 novembre 2017".

Come rottamare le vecchie multe

Viene consentito al debitore di effettuare entro il 30 novembre 2017 il pagamento delle rate della definizione agevolata dei carichi scadute a luglio e a settembre 2017. In questo modo i contribuenti che per errori, disguidi o mancanza di liquidità non avevano potuto effettuare i versamenti vengono riammessi alla rottamazione senza ulteriore addebito. Viene data la possibilità di accedere alla definizione agevolata dei carichi ai debitori che in precedenza si erano visti respingere le istanze perché non in regola con il pagamento delle rate, in scadenza a fine 2016, dei piani di dilazione in essere al 24 ottobre 2016. Questa facoltà può essere esercitata presentando istanza all’agente della riscossione entro il 31 dicembre 2017. I contribuenti interessati dovranno versare entro il 31 maggio 2018 le rate non corrisposte dei piani di dilazione. In caso di mancato versamento l’istanza è improcedibile.

Tutto più ampio

Si amplia il raggio d’azione della definizione agevolata che potrà essere applicata anche ai carichi affidati all’agente della riscossione dal primo gennaio al 30 settembre 2017 (la precedente rottamazione comprendeva i carichi fino al 31 dicembre 2016). Il contribuente dovrà presentare domanda entro il 15 maggio 2018 e il pagamento delle somme dovute dovrà essere effettuato in un numero massimo di cinque rate di pari importo nei mesi di luglio, settembre, ottobre e novembre 2018 e febbraio 2019.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , multe


Top