Novità

pubblicato il 13 ottobre 2017

BMW ConnectedRide, arriva la R 1200 RS intelligente

Sa comunicare con gli altri utenti della strada: l'obiettivo è quello di evitare gli incidenti fra moto e auto

BMW ConnectedRide, arriva la R 1200 RS intelligente
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW R 1200 RS ConnectedRide - anteprima 1
  • BMW R 1200 RS ConnectedRide - anteprima 2
  • BMW R 1200 RS ConnectedRide - anteprima 3
  • BMW R 1200 RS ConnectedRide - anteprima 4
  • BMW R 1200 RS ConnectedRide - anteprima 5
  • BMW R 1200 RS ConnectedRide - anteprima 6

Se le auto sono ormai piene di assistenti elettronici alla guida, per le moto la strada da percorrere è ancora lunga. Ma, da oggi, un poco più breve. Alla conferenza del Connected Motorcycle Consortium, sodalizio fondato da BMW, Honda e Yamaha, il costruttore tedesco ha infatti mostrato la BMW R 1200 RS ConnectedRide. Una RS all'apparenza normale, che nasconde però nelle valigie laterali un sacco di strumenti, cavi e centraline.

L'obiettivo è evitare gli incidenti tra auto e moto

Una farcitura di chip che cela la tecnologia di comunicazione V2V (Vehicle to Vehicle), con un solo obiettivo: ridurre drasticamente gli incidenti tra auto e moto. Scendendo più in dettaglio, la BMW R 1200 RS ConnectedRide ha un assistente di guida per l'attraversamento degli incroci e la svolta a sinistra. Tramite la comunicazione V2V, il sistema avverte il motociclista stesso e gli altri utenti della strada se qualcuno ignora il diritto di precedenza. Il tutto avviene grazie anche ad una funzione di localizzazione estremamente precisa: il “normale” GPS non basta più, serve il DGNSS (Differential Global Navigation Satellite System).

Della partita anche Honda e Yamaha 

Parallelamente, anche Honda e Yamaha, partner di BMW Motorrad in questo progetto, hanno mostrato alla conferenza CMC due prototipi: la Casa dell'Ala ha utilizzato come base la CRF1000L Africa Twin, ad Iwata hanno invece scelto una MT-09 Tracer. Entrambi sono in grado di comunicare con gli altri veicoli grazie alla tecnologia V2V. Inutile dire che, molto probabilmente, li vedremo ad Eicma 2017

Autore: Andrea Rapelli

Tag: Novità


Top