Sport

pubblicato il 29 settembre 2017

SBK, Melandri e Davies pronti per Magny Cours

I due piloti del team Aruba.it si preparano al terzultimo appuntamento della stagione

SBK, Melandri e Davies pronti per Magny Cours

In Casa Ducati Marco Melandri e Chaz Davies sono pronti a catapultarsi nel terzultimo appuntamento del mondiale Superbike 2017. In Francia i due piloti sono pronti a dare battaglia alla ricerca di un risultato gratificante. Entrambi a Magny Cours hanno già trionfato in passato, con il ravennate che ha collezionato quattro secondi posti e una vittoria mentre il gallese ha portato a casa un secondo posto e una doppietta lo scorso anno.

Melandri: “Pista varia, speriamo solo che il tempo sia buono”

“Magny Cours è una pista molto varia, con alcune sezioni molto diverse tra loro e, in generale, una configurazione davvero interessante. Ci sono un paio di staccate forti ed altri tratti molto ‘guidati’ e scorrevoli, quindi non è mai facile trovare il giusto compromesso a livello di assetto. Se non altro, il fondo dovrebbe essere più omogeneo rispetto alle ultime piste sulle quali abbiamo corso. Il meteo spesso gioca un ruolo importante in Francia e spero di trovare pista asciutta perché, anche se vi ho vinto sul bagnato, con la pioggia il grip è davvero scarso. Inoltre, ho girato pochissimo in quelle condizioni con la Panigale R. Sicuramente, se dovesse piovere, il margine di errore sarà pari a zero, ma siamo fiduciosi e pronti a giocarci le nostre carte da qui alla fine”, ha dichiarato Melandri.

Davies: “Mi aspetto di essere più competitivo rispetto a Portimao”

“Lo scorso anno eravamo veloci a Magny Cours, ma abbiamo fatto la differenza soprattutto dal punto di vista tattico, con due gare intelligenti. In Gara 1 abbiamo scommesso sulle intermedie e siamo stati ripagati, mentre nella seconda abbiamo gestito al meglio le gomme. Siamo usciti vincitori da due gare molto diverse. La pista in sé è abbastanza favorevole alla Panigale R, ma lo stesso vale per i nostri rivali principali. In Portogallo abbiamo faticato un po’, ma abbiamo capito perché e mi aspetto di essere molto più competitivo e dare battaglia in Francia. Il meteo è sempre una variabile chiave lì, ed è imprevedibile. In passato abbiamo avuto alcune giornate estive ed altre invernali, quindi non c’è modo di prepararsi in anticipo. Faremo i compiti a casa e proveremo a finire il lavoro in pista”, ha detto Chaz Davies.

Autore: Redazione

Tag: Sport , superbike


Top