Sport

pubblicato il 30 agosto 2017

MotoGP 2018: nuovo appuntamento in Thailandia

Per il Motomondiale del prossimo anno in arrivo la 19° tappa in calendario

MotoGP 2018: nuovo appuntamento in Thailandia

Finalmente ci siamo! Con l’accordo che verrà siglato tra le parti domani, 31 agosto, il calendario gare della prossima stagione si potrà arricchire di un nuovo appuntamento asiatico, il GP sul circuito tailandese di Buriram. Una scelta strategica, non solo perché arricchisce l’offerta racing del campionato motociclistico più importante al mondo, ma anche perché sarà propulsore di ulteriori stimoli commerciali in un’area del pianeta sempre più interessante per quanto riguarda il mercato delle due ruote.

Accordo per 3 stagioni

Secondo quanto è stato reso noto, l’accordo che verrà siglato tra la Dorna e le autorità thailandesi - all’incontro saranno presenti Sakon Wannapong, governatore dell’autorità sportiva della Thailandia, Carmelo Ezpeleta, CEO Dorna Sports, Tanasak Patimapragorn, primo ministro thailandese e Pongpanu Svetarundra, ministro del turismo e dello sport - prevede una durata di 3 stagioni, dal 2018 al 2020. Da un punto di vista della calendarizzazione, trovandosi il circuito nel nord-est del paese (climaticamente instabile durante l’estate) si ipotizza una data in primavera (forse aprile) o in autunno, ma al riguardo non ci sono ancora notizie certe.

Il Circuito e qualche curiosità

Inaugurato nel 2014, il circuito internazionale di Buriram - noto anche come come Chang International Circuit - è lungo 4.554 metri ed è composto da 12 curve. Dal 2015, è tappa ufficiale del mondiale SuperBike, divenendo di fatto “presidio” Kawasaki, unico marchio vittorioso sul tracciato thailandese nella classe regina: nel 2015 Jonathan Rea vince Gara1 e Gara2; nel 2016, Gara1 a Jonathan Rea e Gara2 a Tom Sykes; nell’edizione di quest'anno, infine, di nuovo doppietta di Rea in Gara1 e Gara2.

 

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , pista


Top