dalla Home

Attualità e Mercato

pubblicato il 13 agosto 2017

Furti scooter e bici: molti finiscono in Tunisia

A seguito di un normale controllo, la Polizia Stradale di Genova ha scoperto mezzi rubati a Milano e diretti a Tunisi via nave

Furti scooter e bici: molti finiscono in Tunisia
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Furti scooter e bici - anteprima 1
  • Furti scooter e bici - anteprima 2
  • Furti scooter e bici - anteprima 3
  • Furti scooter e bici - anteprima 4
  • Furti scooter e bici - anteprima 5
  • Furti scooter e bici - anteprima 6

Se non avete subìto il furto dello scooter, fate i debiti scongiuri: se invece siete una delle numerosissime vittime dei ladri, questo articolo può interessarvi. La Polizia Stradale di Genova segnala che, nell’ambito dei frequenti controlli effettuati ai furgoni diretti al porto del capoluogo ligure, alle quattro del mattino del 9 agosto scorso, una pattuglia in servizio sull’Autostrada A7 Genova-Milano ha fatto una scoperta molto particolare.

 

Mezzi rubati vicino a Milano, poi in Tunisia via Genova 

Durante il controllo di un autocarro Renault Trafic, a bordo del quale viaggiavano cittadini stranieri diretti al porto di Genova alla volta di Tunisi, la Stradale ha rinvenuto all’interno 3 motocicli senza targa e 19 bici di varie marche e modelli, tutti in ottimo stato di conservazione. I poliziotti insospettiti dalla particolare natura del carico trasportato, hanno effettuato ulteriori controlli scoprendo ben presto che i 3 scooter trasportati erano stati rubati nel Milanese lo scorso dicembre. Quindi, il furto avviene a Milano, poi in furgone fino a Genova, da qui in Tunisia. Dove si presume che gli scooter vengano poi cannibalizzati. Destino analogo per le bici.

 

Solo andata

Il conducente è stato ritenuto estraneo all’attività criminosa, mentre nei confronti degli altri 2, di origine Tunisina, muniti di passaporto e biglietto di sola andata per il traghetto diretto a Tunisi, è stata adottata la misura precautelare del fermo di polizia, per il riciclaggio dei veicoli. Tutti i mezzi sono stati sequestrati per la restituzione ai legittimi proprietari: operazione difficile per le bici, meno complicato per gli scooter.

 

Furti di veicoli in calo

Comunque, la buona notizia è che i furti di veicoli sono in diminuzione: è quanto emerge dalla pubblicazione dei dati statistici del 2015 e del 2016 messi a confronto dalla Polizia Stradale. L’attività di prevenzione e repressione di questo reato ha fatto registrare, per il 2016, un significativo calo dei furti rispetto al 2015. Si è passati da 114.121 furti del 2015 a 108.090 del 2016 con un decremento del 6,6%. Per le moto, calo del 9,4%.

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Furti scooter e bici - anteprima 1

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato


Top