dalla Home

Attualità e Mercato

pubblicato il 9 agosto 2017

Accordo Triumph-Bajaj per nuovi modelli di media cilindrata

La Casa inglese e quella indiana hanno sottoscritto un accordo di collaborazione a livello globale

Accordo Triumph-Bajaj per nuovi modelli di media cilindrata

I nuovi mercati rappresentano un’opportunità sempre più strategica e imprescindibile per le Case produttrici che vogliono allargare il proprio business e puntare ad una presenza sempre più forte a livello globale. Allo stesso tempo, gli arrembanti marchi asiatici cercano con sempre maggiore frequenza “collegamenti” con realtà produttive nobili e dalla tradizione consolidata, per rinforzare la percezione del proprio brand. Nasce all’interno di uno scenario come quello appena descritto l’accordo di partnership tra Triumph e Bajaj. Accordo che, come espressamente specificato nel comunicato, è di tipo commerciale e di non di capitale. Tradotto: nessuna "quota indiana" nel capitale del brand britannico.

Doppio canale

Se da una parte, infatti, gli inglesi potranno far confluire all’interno della nuova sinergia un know how importante sulla produzione motociclistica e la forza di un marchio storico, conosciuto e apprezzato ovunque, dall’altro gli indiani potranno assicurare costi di produzione competitivi e l’elevata penetrazione - soprattutto in termini di vendita e distribuzione - nei mercati emergenti asiatici, sempre più “affamati” di 2 ruote come mostrano statistiche e numeri. Da qui, l'idea di una produzione "comune" capace di soddisfare, in egual modo, le esigenze di contesti motociclistici differenti

Nuovi modelli

Alla luce di tutto ciò, parte dell’accordo tra i due players prevede anche la realizzazione di nuovi modelli di media cilindrata; modelli “global” (quindi adatti ai diversi mercati) capaci di racchiudere il meglio dell’expertise di entrambe le Società, con caratteristiche dinamiche e produttive adattabili ai diversi contesti. Inoltre è possibile che, come sta già capitando per altri marchi, anche in Casa Triumph potrebbero presto arrivare modelli di piccola cilindrata (sotto i 400cc) seguendo un trend - storico per i mercati a oriente - che sembra diffondersi con sempre maggiore decisione anche in Europa (più lentamente, anche nel nostro paese).

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , mercato


Top