Sport

pubblicato il 5 agosto 2008

Bye Bye Craig Jones

Ci lascia il talento britannico della Supersport

Bye Bye Craig Jones
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Bye Bye Craig Jones - anteprima 1
  • Bye Bye Craig Jones - anteprima 2
  • Bye Bye Craig Jones - anteprima 3
  • Bye Bye Craig Jones - anteprima 4

A molti il nome Craig Jones suonerà sconosciuto ma siamo certi che gli appassionati dell'universo racing non MotoGp sanno benissimo di chi stiamo parlando. Craig Jones, pilota Honda del team Parkalgar impegnato nel campionato del Mondo Supersport, purtroppo è morto nella notte tra domenica 3 e lunedì 4 agosto in seguito ai traumi conseguiti nella terribile caduta che l'ha visto protagonista al sedicesimo giro della gara di Brands Hatch.

Lo sfortunato pilota britannico, quinto nel mondiale e con un passo da vittoria in pugno al momento della caduta, si trovava al secondo posto al momento della caduta, dietro a Rea ed Andrew Pitt. Nell'affrontare la spettacolare Clark Curve, in massima piega a gas spalancato, ha perso il posteriore della sua Honda CBR 600 RR la quale l'ha disarcionato senza alcuna possibilità di recupero: l'impatto al suolo è stato molto violento ma ad essere fatale è stato il contatto del casco con la ruota anteriore dell'incolpevole australiano Andrew Pitt, che lo seguiva ad una lunghezza di distanza.

Le condizioni di Craig Jones sono apparse da subito drammatiche. Il ventitreenne pilota britannico è stato rianimato ed intubato direttamente in pista, per poi essere trasportato d'urgenza al Royal Hospital di Londra, dove è entrato in coma senza più uscirne a causa dell'aggravarsi delle lesioni cerebrali subite nell'impatto.

Craig Jones era nato il 16 gennaio 1985 a Crewe e considerava Brands Hatch una delle sue piste preferite: sino a quel momento, in effetti, stava dimostrando di essere il più veloce in pista punzecchiando Rea ad ogni staccata.

Ciao Craig, ci mancherai!

Autore: Redazione

Tag: Sport , pista , personaggi


Top