Special e Elaborazioni

pubblicato il 17 luglio 2017

MV Agusta Dragster 800 RR by Rough Crafts

Dopo la Ballistic Trident, arriva un'altra realizzazione su base MV

MV Agusta Dragster 800 RR by Rough Crafts
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MV Agusta Dragster 800 RR by Rough Crafts - anteprima 1
  • MV Agusta Dragster 800 RR by Rough Crafts - anteprima 2
  • MV Agusta Dragster 800 RR by Rough Crafts - anteprima 3
  • MV Agusta Dragster 800 RR by Rough Crafts - anteprima 4
  • MV Agusta Dragster 800 RR by Rough Crafts - anteprima 5
  • MV Agusta Dragster 800 RR by Rough Crafts - anteprima 6

Partiamo da un’informazione importante, così da capire subito di cosa stiamo parlando. I customizer di questa MV Agusta sono quelli di Rough Crafts, ossia gli stessi che un po’ di tempo fa hanno stupito il grande pubblico appassionato di due ruote con la Ballistic Trident (se il nome non vi basta, qui potete trovare ciò di cui stiamo parlando). Detto questo, possiamo già renderci conto della bravura dei ragazzi che oggi hanno realizzato un’altra special su base MV Agusta: l’hanno chiamata “Guerilla Tre” ed altro non è che un Dragster 800 RR ben rivisitato.

Versione scrambler

Per la precisione è una interpretazione “scrambler” della cattiva naked della Casa varesina. Ha un manubrio più alto di quello tradizionale, per garantire una posizione di guida più rilassata da seduti permettendo al pilota di poter guidare anche un po’ in piedi sulle strade bianche; d’altronde gli pneumatici sono semi-tassellati (Pirelli MT60RS). Completamente nuovo è il faro anteriore, che abbandona le linee rotonde di quello originale e meglio si adatta alla linea aggressiva di questo esemplare.

Il motore da 140 CV non cambia

Il motore è il classico tre cilindri MV da 800 cc da 140 CV di potenza massima: un motore già estremamente performante per cui non si è palesata la necessità di intervenire per far crescere ulteriormente le prestazioni. L’impianto di scarico però non poteva non essere sostituito. Così i ragazzi di Rough Crafts hanno attinto dal “catalogo” di HP Corse tirando fuori una soluzione a dir poco straordinaria: sembra una vera e propria opera d’arte e si sposa perfettamente con “Guerilla Tre”.

Nero è il colore dominante

Oltre al manubrio sono stati sostituiti specchietti, manopole, leve cambio e frizione, così come i cerchi a sei razze in alluminio forgiato rifiniti in nero rappresentano la ciliegina sulla torta. Il nero è il colore dominante, dunque, ma si possono comunque scorgere alcune piccole sfumature di oro, grigio, argento e rosso (soprattutto sulla forcella). Ultimo aspetto, non certo meno importante: questa “Guerilla Tre” sarà sicuramente anche molto bella da guidare, visto che la ciclistica è rimasta completamente invariata. (Credits: bikeexif)

 

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni , special


Top