dalla Home

Special e Elaborazioni

pubblicato il 5 luglio 2017

De Palma 05, come reinventare una piccola Honda CG125

Una trasformazione che si ispira al mondo punk

De Palma 05, come reinventare una piccola Honda CG125
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • De Palma 05 - anteprima 1
  • De Palma 05 - anteprima 2
  • De Palma 05 - anteprima 3
  • De Palma 05 - anteprima 4
  • De Palma 05 - anteprima 5
  • De Palma 05 - anteprima 6

Le piccole moto hanno spesso un nonsoché di punk-rock, ovvero una ribellione intrinseca all'idea che ciò che è più grande deve essere sempre per forza migliore. A sostegno di questa affermazione arriva una bella prova custom forgiata da De Palma Cycles di Barcellona.

Si parte da una Honda CG125 del 1989

Il team di De Palma Cycles è partito da una Honda CG125 del 1989 ed ha costruito la sua "De Palma 05", una moto che trae ispirazione dal mondo punk, come spesso accade per le opere realizzate dagli spagnoli. Con una due ruote così piccola, la prima priorità è stata quella di potenziare il motore originale e, quindi, è stato installato un kit a pistone da 62 mm per portare la cubatura fino a 150 cc. Inoltre, sono stati aggiunti dei carburatori Keihin da 22 millimetri ed un silenziatore custom made.

La guidabilità

Dopo il motore, i customizer si sono concentrati sulla guidabilità della De Palma 05 e per questo hanno scelto degli ammortizzatori posteriori Betor Classic da 32mm. Mentre all’anteriore hanno optato per una forcella più nerboruta proveniente da una Moto Guzzi V50, abbassata di 5cm grazie a delle Ohlins Springs. Rivisto anche l'avantreno della Honda che ora monta il cerchione di una Ducati Strada 250 e dei freni Brembo. Sia davanti che dietro abbiamo degli pneumatici Avon Mk2 3.5x18.

Il serbatoio si fa notare

Tornando alla carrozzeria, si fa notare un serbatoio Derbi Antorcha, caratterizzato dai toni nero opaco e lucido, abbinato ad una sella in pelle. Il telaietto posteriore è stato, invece, modificato per poter ospitare un codino a loop che integra una luce a LED. All’anteriore la clip in alluminio sul manubrio abbassa i comandi, mentre la strumentazione di base è posta in un Mini Speedo nascosto dietro il fanale.

Ben eseguita

Il prodotto finale è una moto ben congeniata e, nonostante non sia la custom più veloce del Mondo, riteniamo che sia davvero ben fatta. Complimenti ai ragazzi di De Palma Cycles di Barcellona.

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni , special


Top