Epoca e Classiche

pubblicato il 1 giugno 2017

In vendita 81 Laverda della collezione Cor Dees: solo ai veri appassionati

Dalla 75 Turismo del 1950 alla 1000 3C Prototipo del 1971. Nel blocco anche la storica insegna in marmo

In vendita 81 Laverda della collezione Cor Dees: solo ai veri appassionati

Messa in vendita un’intera collezione di motocicli Laverda. Sono ottantuno tra moto, scooter e ciclomotori provenienti dalla collezione dell'olandese Cor Dees, da cedersi al miglior offerente causa problemi di salute. Autentici pezzi della storia del noto marchio di Breganze. La collezione del Laverda Museum, in Olanda, comprende i modelli più significativi prodotti dal 1950 al 2000 e tra di essi anche  varie memorabilia che testimoniano le radici agricole di Laverda.

Pezzi unici

Tra le moto presenti nel lotto ve ne sono alcune di grande interesse storico e collezionistico: come la 75 Turismo del 1950 dal valore stimato di 12.000 euro e quello personale del 1951 di Massimo Laverda (5.500 euro), da lui stesso donata al museo e poi vari esemplari degli anni Sessanta e Settanta, con i primi modelli della Laverda 650 progenitrice della celebre 750 (16.000 euro), oppure il Laverda 1000 3C Prototipo presentato nel 1971 all’Eicma di Milano (45.000 euro), uno stock di dodici motociclette da corsa, tra cui uno dei tre rimanenti 1000 del 1975 ex Brettoni, Gallina, Fougeray e Lucchinelli del valore di circa 135.000 euro, fino ai modelli protagonisti delle Milano-Taranto e Motogiro.
Non mancano nemmeno le biciclette, scooter e ciclomotori, versioni da enduro, cross e off-road e grazie alla passione di Dees tutte le moto sono in condizioni originali, o restaurate e riportate agli originali splendori .
Del lotto della collezione in vendita fa parte anche l’antica insegna in marmo dello stabilimento di Breganze, della lunghezza di quattro metri e di quattrocento chili di peso posta all’ingresso della fabbrica dal 1952 al 2000, quando l’edificio venne demolito.
Il collezionista olandese, grazie alla stretta amicizia con la famiglia Laverda, è riuscito a comprare molte delle moto e delle memorabilie associate direttamente dalla fabbrica e dopo trent’anni di minuziosa raccolta si trova costretto a vendere tutto per motivi di salute. Unica clausola posta dal sig.Cor Dees, è che il futuro acquirente sia animato da vera passione per le Laverda, oltre a garantire che le moto non finiscano rinchiuse da qualche parte, lontano dagli occhi degli appassionati.

Autore: Redazione

Tag: Epoca e Classiche , epoca


Top