dalla Home

Special e Elaborazioni

pubblicato il 31 maggio 2017

Fulcrum Sprint: dall'India un dragster elettrico

Realizzato dal designer Anirbaan Nandi, vuole esaltare la superiorità in accelerazione del motore elettrico

Fulcrum Sprint: dall'India un dragster elettrico

Se per ciò che riguarda i motori convenzionali a scoppio, la tecnica sembra oggi aver raggiunto un suo limite fisiologico, in quanto ad evoluzione e sviluppo, sul fronte della propulsione elettrica, invece, c'è tanto fervore e voglia di stupire.
Questo tipo di motori hanno applicazioni ancora allo stato embrionale, e proprio per questo motivo nuovi studi e nuovi concetti vengono continuamente sviluppati per rendere questa tecnologia non solo efficiente da un punto di vista dell'utilizzo, ma anche prestazionalmente interessante.

Accelerazione bruciante

Uno dei grandi vantaggi del motore elettrico risiede nella sua enorme ed immediata disponibilità di coppia, fattore che lo rende senza dubbio interessante e lo pone in situazione di superiorità intrinseca nei confronti del rivale a scoppio.
Da questa caratteristica di base si è avuto lo spunto per la realizzazione della Fulcrum Sprint, un concept ideato dal designer indiano Anirbaan Nandi, che ha deciso di applicare un potente motore elettrico alla sua moto dedicata alle gare di accelerazione.
Da un punto di vista tecnico, oltre alla motorizzazione si nota un bel retrotreno con tanto di forcellone monobraccio (ricorda l'unità della Panigale) ed il telaio con struttura a traliccio. Non sono purtroppo noti altri dati, soprattutto riguardo le prestazioni, per questa Fulcrum Sprint, ma linee e posizione di guida rendono bene l'idea del campo di applicazione per questo studio: ribadire la supremazia, in gare di accelerazione, del motore elettrico.

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni , emissioni zero


Top