Sport

pubblicato il 25 maggio 2017

Tourist Trophy: curiosità e numeri di una leggenda

Qual è l'anno della prima corsa? Quale la Casa che ha vinto di più? E il salto più in alto fatto registrare da una moto?

Tourist Trophy: curiosità e numeri di una leggenda

Con l'inizio delle prime prove (sabato 27 maggio), riparte il Tourist Trophy, la leggendaria ed affascinante corsa che si disputa sulle strade dell'Isola di Man, un francobollo di terra posto tra Gran Bretagna ed Irlanda. Da sempre appuntamento fisso per tanti appassionati provenienti da ogni angolo del globo, il TT attira a sé critiche, condanne (più o meno velate), ma anche tanta ammirazione per quei piloti che mettono in gioco tutto, pur di riuscire a concludere una della gare senza dubbio più entusiasmanti di sempre. Vediamo nei numeri cosa significa il Tourist Trophy.

1907

È l'anno nel quale si disputò la prima edizione del Tourist Trophy. Di fatto è la corsa più antica della storia, e da allora si corre sullo stesso identico circuito stradale tra le case, ponti e marciapiedi. L’unico cambiamento di rilievo sta nel manto stradale asfaltato, rispetto allo sterrato delle prime competizioni.

37,73 Miglia

È la lunghezza del circuito stradale dello Snaefell Mountain Course, percorso di 60,720 km (o appunto 37,73 miglia) sull'isola di Man.

1959

È l'anno del debutto della Honda, e di una Casa giapponese in assoluto, sulle strade dell'isola. La Casa di Tokyo si presentò con 4 piloti al via della classe 125 e ottenne anche il primo punto iridato (il TT era nel calendario GP) della sua storia, grazie al sesto posto di Naomi Taniguchi.

133,962 mph

È la massima velocità media sul giro fatta registrare dal pilota Michael Dunlop, che nel 2016 superò il record di John McGuinness stabilito nel 2015 in sella alla sua CBR 1000 RR Fireblade. Sono invece 119,95 le mph del record femminile di Jenny Tinmouth, centaura che ha corso sempre in sella alla 4 cilindri Honda. 

255

È il maggior numero di vittorie che una Casa ha conquistato al TT. È sempre la Honda grande protagonista, che dal suo debutto nel 1959 è stata la casa che ha vinto più di chiunque altro costruttore.

Oltre 55.000

Sono gli appassionati che ogni anno partecipano al Mad Sunday, la giornata nella quale la pista viene aperta al pubblico che può così percorrere per in tero le 37,73 miglia del percorso, che si snoda per tutta l'Isola. Un momento atteso da molti, anche se non mancano purtroppo degli incidenti.

40.000

Sono fino ad ora le prenotazioni per il traghetto che dai porti del Regno unito salpano alla volta dell'approdo di Douglas. Una presenza che supera del doppio il numero degli stessi abitanti dell'Isola di Man.

25.000.000

Sono gli Euro spesi dai visitatori abitualmente nel periodo di due settimane nel quale si corre il TT. Pub, ristoranti, alberghi e quant'altro, sono letteralmente presi d'assalto dai numerosi fans di questa incredibile gara.

1,2 metri

È l'altezza massima che si reisce a raggiungere quando si affronta a tutta velocità uno dei tanti dossi presenti lungo il percorso della gara. Al TT le moto letteralmente... volano.

Autore: Redazione

Tag: Sport , tourist trophy


Top