dalla Home

Curiosità

pubblicato il 28 aprile 2017

Suzuki Turbo: spuntano nuovi brevetti in USA

Ad Hamamatsu non hanno abbandonato l'idea ed ora arrivano nuovi disegni di un bicilindrico con telaio a traliccio

Suzuki Turbo: spuntano nuovi brevetti in USA

Ricordate la Recursion Project? Il concept, presentato al Tokyo Motor Show del 2013, aveva la particolarità del motore bicilindrico turbocompresso da 588 cc, accreditato di 100 cv di potenza massima. Nonostante qualche stagione di silenzio, il progetto "Turbo" in Suzuki è lungi dall'essere stato accantonato. Ad Hamamatsu credono nell'idea del turbocompressore installato su una moto di media cilindrata e, anche se al momento le priorità sul mercato sembrano essere altre (vedi la piccole cilindrate), continuano a sviluppare la nuova soluzione. Il deposito di nuovi brevetti sembra remare verso questa direzione.

Telaio a traliccio

Presso l'Ufficio brevetti statunitense sono stati depositati i bozzetti di una nuova moto che , rispetto alla Recursion Project di qualche anno fa, adotta la medesima unità bicilindrica parallela, ma incastonata in un telaio con struttura a traliccio. Nei disegni viene evidenziato, oltre al nuovo telaio, anche il sistema di lubrificazione del motore, il posizionamento dell'albero di bilanciamento sotto l'albero motore, e la posizione radiatore del sistema intercooler demandato al raffreddamento del turbocompressore.
Quando vedremo su strada la nuova media cilindrata? E' presto per dirlo. Sappiamo però che ormai da tempo è allo studio il ritorno della leggendaria Katana, con tanto di marchio registrato, e quindi non passerà molto tempo – dati anche gli ultimi disegni che svelano un progetto già avanzato - prima di rivederne su strada le fattezze magari con il nuovo motore battezzato XE7.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , concept


Top