dalla Home

Attualità e Mercato

pubblicato il 27 aprile 2017

Le due ruote? Sono la vera arma contro il traffico

Studi evidenziano (qualora ce ne fosse bisogno) come le moto siano la reale alternativa a code ed ingorghi cittadini

Le due ruote? Sono la vera arma contro il traffico

Traffico sempre più insopportabile, parcheggi per auto introvabili, caro-benzina. La soluzione è semplice: la moto. Alcuni studi condotti in Belgio ribadiscono come viaggiare su due ruote in città contribuisca a snellire in modo significativo il traffico ormai sempre più congestionato, oltre a rendere un gradito favore al portafogli. La Federazione belga Ciclo ed Automobili (Febiac) attraverso uno studio condotto nelle maggiori città del Paese, ha sottolineato come le moto e gli scooter rappresentino la migliore soluzione ai problemi di mobilità. Solo in Belgio, se si usasse maggiormente lo scooter, si ridurrebbe il tempo trascorso in coda nel traffico di 21 ore l'anno.
Un test in tempo reale, in un confronto tra auto, moto e mezzi pubblici ha dimostrato come in moto si arrivi a destinazione in media 20 minuti prima che in auto ed addirittura 1 ora prima che sugli autobus.

E in Italia?

Anche nel Bel Paese la moto gode di buona credibilità da questo punto di vista. Gli italiani apprezzano gli spostamenti in scooter o moto, seppure è da aggiungere come in molti abbiano timore nel guidare sulle caotiche strade italiane, soprattutto in grandi centri urbani. Il 29% del campione intervistato ha decisamente paura di andare in moto soprattutto per un discorso legato al comportamento spesso "distratto" di automobilisti e pedoni: il 53% afferma che si sentirebbe sicuro alla guida, ma solo nelle piccole città.
Nonostante un comprensibile scetticismo, sono in tanti a riconoscere i pregi di spostarsi in moto, magari nei percorsi casa-lavoro. Tra i punti a favore maggiormente apprezzati ci sono la facilità di parcheggio per l’83% degli utenti, segue poi l’agilità nel traffico (82%) mentre un 49% indica il fattore legato ai bassi costi di gestione legati ai mezzi più "utilitari" come gli scooter ad esempio.
In soldoni parliamo di un mezzo pratico e che nel breve consentirebbe di affrontare in modo concreto le tante problematiche legate al traffico ed ai trasporti pubblici. Un concetto ormai noto ai più da tempo. Resta in aggiunta il problema dell'eccessiva tassazione che colpisce indiscriminatamente le moto, oltre che le varie categorie di motociclisti, dai principianti ai più esperti: dai bolli per i mezzi più datati (e poco costosi), alle assicurazioni, alle tariffe autostradali con equiparazione tra due e quatro ruote. Tanti fattori che per molti rappresentano un freno, più che il timore di eventuali incidenti, ai quali si può comunque porre una valida cautela attraverso l'utilizzo dell'abbigliamento tecnico e guidando con prudenza.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , trasporti , assicurazione , citta


Top