dalla Home

Test

pubblicato il 1 aprile 2017

BMW F 800 GS Adventure 2017: perché comprarla... e perché no [VIDEO]

Ecco come si rinnova una delle "inarrestabili" più amate dai globetrotter...

Complice l’arrivo dell’Euro 4, BMW rinnova la sua viaggiatrice di media cilindrata F 800 GS, una delle moto - soprattutto in versione Adventure - più apprezzate da quei viaggiatori che non amano porre limiti alle loro imprese. Un mezzo solido e dai contenuti tecnici di sostanza, adatto sia ad affrontare con efficacia percorsi stradali, che ad aggredire con decisione polvere e fango… come ci racconta Diego in questo nuovo #perchécomprarla.

Cosa piace… e cosa no!

Ruota anteriore da 21’’ e particolari che parlano subito la lingua dei globetrotters, come il serbatoio maggiorato da 24 litri, il cupolino alto, la “barra tecnica” che circonda la strumentazione, la protezione per il serbatoio, i supporti portapacchi, i paramani, i cerchi a raggi… ma anche la sella comfort, comoda per pilota e passeggero. Questo il biglietto da visita della tuttoterreno bavarese che, con i suoi 230 chili in ordine di marcia e l’altezza da terra non proprio da gnomi, sulle prime necessita di un po’ di attenzione nelle manovre a motore spento. Poi, una volta in movimento, tanta facilità, comfort e divertimento in ogni condizione di guida. Protagonista a bordo, il due cilindri da 798 cc, 85 cv di potenza a 7.500 giri/min e un picco di coppia di 83 Nm a 5.750 giri/min. Un’unità che, in versione 2017, guadagna l’omologazione Euro4 e il ride-by-wire, grazie al quale si gode di un maggior feeling col comando del gas. Due i riding mode proposti di serie, Road e Rain, che modulano la risposta del motore alle condizioni di guida. In optional, poi, c’è anche l’opzione enduro che regola i parametri di motore e ciclistica specificamente per la guida in off-road. Nonostante la ruota da 21” possa far credere il contrario, questa Adventure è a perfetto agio anche tra le curve, non velocissima nei cambi di direzione ma, guidata in maniera rotonda, efficace e divertente anche sui percorsi più tortuosi. Anche in città, nel classico commuting urbano, se la cava bene - perfetta per sfidare senza patemi, rotaie del tram, buche, traffico asfissiante e fondi stradali insidiosi -. Su autostrade e tangenziali, invece, la sella comoda e la buona protezione aerodinamica si fanno apprezzare fino ai 130-140 Km/h orari indicati (solo il passeggero rimane un filo più esposto). Ma dove questa GS stupisce è in fuoristrada, con una resa e una scioltezza affatto scontate su mezzi da enduro non specialistici. Una moto da viaggio totale… che ama fare chilometri in ogni condizione.

Un progetto maturo, infine, che non presta il fianco a particolari critiche, se non per quanto riguarda una certa difficoltà nelle manovre da fermo per chi è meno prestante e qualche leggera vibrazione intorno ai 6.000 giri…
Il prezzo della BMW F 800 GS Adventure parte da 13.150 euro.

Abbigliamento tecnico utilizzato

Giubbotto Alpinestars Valparaiso 2
Pantaloni Alpnestars Valparaiso 2
Stivali Alpinestars New Land Gore-Tex
Casco X-Lite X-551
Guanti Alpinestars

Autore: Redazione

Tag: Test , test , prove


Top