Test

pubblicato il 5 giugno 2008

Aprilia Sportcity Cube - TEST

Leggero lifting per il noalese di successo!

Aprilia Sportcity Cube - TEST
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Aprilia Sportcity Cube - TEST - anteprima 1
  • Aprilia Sportcity Cube - TEST - anteprima 2
  • Aprilia Sportcity Cube - TEST - anteprima 3
  • Aprilia Sportcity Cube - TEST - anteprima 4
  • Aprilia Sportcity Cube - TEST - anteprima 5
  • Aprilia Sportcity Cube - TEST - anteprima 6

Milano – Se è vero il detto “debutto bagnato, debutto fortunato”, Aprilia Sportcity CUBE non potrà che avere un roseo futuro davanti a sè! A parte le battute, il test milanese non ha certo brillato per le condizioni climatiche favorevoli, ma grazie a queste, è stato possibile rilevare alcune peculiarità positive del “nuovo” arrivato.

Diamo prima spazio all'occhio: Aprilia Sportcity CUBE, a dispetto del nome, non può certo esser definito un restyling. Le somiglianze rispetto al modello precedente non sono certo poche, ma da questo a definirlo “restyling” ne passa di tempo. Tante sono infatti le soluzioni inedite, a tal punto da sembrare quasi uno scooter totalmente nuovo più che una rivisitazione di un fortunato modello. Lo stile è ovviamente sempre lo stesso: con un sapiente richiamo alla sportività, ottimamente amalgamata ad una livrea comunque votata alla comodità; caratteristica, questa, indispensabile per uno scooter. 

La nuova testa di sterzo incorpora una strumentazione inedita e la parte anteriore, composta da parafango e calandra è stata interamente ridisegnata. Stessa sorte è spettata anche alla zona posteriore, dove capeggia una la sella più ampia e comoda oltre che un inedito codone allungato a cui fa seguito il portapacchi maggiorato che incorpora l’attacco per il bauletto.

Anello di congiunzione fra anteriore e posteriore, si dimostra ancora una volta, la pedana piatta – vero must per gli scooter di questa categoria -: molto ampia e spaziosa ed in grado di offrire un'ottima abitabilità per i piedi oltre che una notevole capacità di carico. Lo scudo anteriore poi, anch'esso di dimensioni generose, garantisce una piacevole protezione contro le intemperie – e vi assicuriamo che è vero... -. Anche d'inverno infatti, grazie alle due bocchette poste ai lati dello scudo stesso,  un piacevole flusso d'aria calda, se canalizzato dal telo coprigambe, regalerà piacevoli emozioni al guidatore! 

Il retroscudo ospita ovviamente un pratico vano portaoggetti con chiusura a chiave  mentre, nel sottosella, trovo comodamente posto, l'immancabile casco jet con visiera. Aprilia sceglie, per Sportcity CUBE, un'accurata componentistica tutta rivolta ad offrire un ottimo prodotto.

Dal fronte ciclistico, la struttura generale è quella già utilizzata nelle due generazioni precedenti. Il telaio in tubi d'acciaio altoresistenziale, è stato studiato a doc per garantire un'elevata rigidità torsionale tale da poter conferire la giusta sicurezza anche senza il supporto  del tunnel centrale.  Dal canto suo, la forcella teleidraulica con steli da 35 mm di diametro, viaggia in sintonia con il gruppo motore-trasmissione che funge da forcellone e che muove un doppio ammortizzatore regolabile nel precarico a molla.

A garantire il contatto con il terreno, Aprilia Sportcity CUBE adotta cerchi da 15 pollici calzati con pneumatici tubeless di dimensioni generose e a spalla alta (120/70 all’anteriore e 130/80 al posteriore). Il risultato è un diametro di rotolamento pari ad un pneumatico da 16 pollici ma con una capacità d’assorbimento dei colpi nettamente superiore, con un notevole vantaggio in termini di comfort. La frenata è infine garantita da un impianto frenante con tre dischi: il doppio disco anteriore è da 260 mm, con pinza flottante a doppio pistoncino parallelo ed uno posteriore da 220 mm con pinza a singolo pistoncino.  

Il motore demandato a regalare emozioni al guidatore, è il nuovo 4 valvole da 278 cc, in grado di offrire  ben 22,5 cv a 8000 giri e una coppia di 22 Nm a 6.500 giri. Recentemente impiegato anche nella nuova Vespa GTS 300 Super, il monocilindrico Quasar garantisce prestazioni ai vertici della categoria.Aprilia Sportcity CUBE è disponibile anche nella motorizzazioni da 200 cc da 21 cv oltre che in quella da 125 da 15 cv adatta a chi possiede solo la patente B. 

Come avevamo detto in apertura, le condizioni climatiche avverse, hanno comunque dato la possibilità di testare Aprilia Sportcity CUBE 300 in condizioni non certo ottimali. Il mono Quasar aveva brillato per le dirompenti prestazioni durante il test della Vespa 300 GTS Super e non nascondiamo una certa apprensione durante i primi metri sul pavè bagnato e sulle fantomatiche rotaie dei tram! Ma dopo pochi giri delle ruote, il timore ha lasciato largo spazio ad un compiaciuto sorriso. Anche se in grado di offrire un eccellente spunto, l'erogazione si è dimostrata perfettamente modulabile anche in queste condizioni.  

Dal canto suo, la ciclistica ha rispettato le alte aspettative con un comportamento molto neutro dell'anteriore oltre che un'ottima e modulabile frenata. Rapido e preciso nei cambi di direzione, Aprilia Sportcity CUBE 300 non teme nemmeno terreni scivolosi e sconnessi forte di un anteriore preciso e puntale ed un'ottima velocità nei cambi di direzione. Superato il timore psicologico tipico della guida sul bagnato, lo scooter di Noale può essere guidato con elevata sicurezza ed anche le frenate d'emergenza portano difficilmente al bloccaggio delle ruote. Peccato solamente che l'assetto sia tendenzialmente sportivo e quindi un po' rigido nei cambi d'asfalto o sulle sconnessioni: visto che, a differenza della moto stradale, gli scooter sono veicoli particolarmente adatti per spensierate passeggiate, questo tipo di impostazione potrebbe anche trasformarsi in un settaggio perfettamente adatto alla guida in due, proprio come accadeva con la vecchia generazione di Sportcity.

Nei lunghi rettilinei poi, il mono da 278 cc, regala un'elevata velocità di punta raggiungibile veramente nel tempo di un sospiro. L'iniezione elettronica rende estremamente fluido e regolare il funzionamento de propulsore e la risposta che si ottiene, anche a regimi medio-bassi ci ha lasciato positivamente colpiti.

Il nuovo Aprilia Sportcity CUBE sarà disponibile nelle grafiche Grey Escape, Silver Crowd, Blue Planet, Aprilia Black, a partire da fine giugno, al prezzo di listino di € 3.150 (125cc.), € 3.490 (200cc.), € 4.000 (300cc.), franco concessionario iva inclusa.

Autore: Matteo Sanavio

Tag: Test , scooter


Top