Curiosità

pubblicato il 22 marzo 2017

StreetFoody e la nuova Ape-gelateria

Il progetto mette al centro lo street food ed è rivolto agli aspiranti imprenditori del mondo della ristorazione mobile

StreetFoody e la nuova Ape-gelateria

“Il carretto passava e quell’uomo gridava gelati”, cantava il buon Lucio Battisti. Nell’estate 2017 quel carretto sarà interpretato dall’Ape Piaggio e sarà protagonista nelle strade e nelle piazze italiane all’interno del progetto StreetFoody. «Lo street food è un’opportunità d’oro per chi punta qualità e originalità, nella ristorazione in generale e nel campo del gelato in particolare» secondo Vetulio Bondi, maestro gelatiere fra i più celebri d’Italia, membro dell’Associazione Gelatieri Artigiani Fiorentini, ambasciatore dell’artigianalità e delle eccellenze del nostro territorio. «In un piccolo spazio, con un mezzo agile, conti solo tu, con le tue idee e il tuo impegno. Se sei bravo, puoi sfondare. Tenendo a mente alcuni elementi chiave – spiega Bondi –: primo, la qualità deve farla da padrona: massima attenzione a ingredienti, provenienza e artigianalità; secondo, il miglior street food è quello che esprime il legame con il territorio, del quale bisogna saper valorizzare le peculiarità. Terzo, il prodotto bisogna saperlo servire. E, non da ultimo, comunicare».

StreetFoody

Da qualche anno Vetulio Bondi ha scelto di avere come partner StreetFoody, un progetto innovativo dedicato agli aspiranti imprenditori del mondo della ristorazione mobile. E sono principalmente gelatieri a rivolgersi a StreetFoody, perché con un investimento contenuto si riesce ad avere una gelateria mobile che fa della “versatilità” il suo punto di forza. “Si parte da un investimento di circa 20.000 euro per i mezzi più piccoli – spiega Sara Pratesi di StreetFoody – I tempi di consegna sono sui 60 giorni, ma noi di StreetFoody abbiamo la struttura e il know-how per abbreviarli ulteriormente in caso di esigenze particolari”. Ci sono due proposte l’Apecar, veicolo tradizionale, pratico e agile, e il Porter, con bancone ribassato per agevolare la vendita. Infine, StreetFoody provvede al rilascio di tutta la documentazione di legge, e poi è fatta: il miglior gelato italiano può partire alla conquista delle strade del mondo.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , curiosità


Top