dalla Home

Special e Elaborazioni

pubblicato il 7 marzo 2017

Blue Shark: una Ducati Panigale R in versione cafè racer

Potrebbe suonare sacrilego, ma questa "R" è stata spogliata e trasformata in una sportiva vintage. Il risultato è migliora di quanto si possa pensare

Blue Shark: una Ducati Panigale R in versione cafè racer
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Blue Shark Ducati Panigale R - anteprima 1
  • Blue Shark Ducati Panigale R - anteprima 2
  • Blue Shark Ducati Panigale R - anteprima 3
  • Blue Shark Ducati Panigale R - anteprima 4
  • Blue Shark Ducati Panigale R - anteprima 5
  • Blue Shark Ducati Panigale R - anteprima 6

Ci hanno provato in molti, ma non tutti sono riusciti a reinventare la Ducati Panigale in chiave cafè racer. Troppo tecnologica, troppo design e troppo avveniristica nella ciclistica per riuscire a sposare un look retrò, ma comunque c'è chi non si è arreso come Parts World, che ha realizzato questa Blue Shark partendo da una rara Panigale R.

"La si poteva solo peggiorare"

Quasi una bestemmia cambiare i connotati a una moto così esclusiva, ma il risultato ammettiamo essere davvero di riliemo. Andy Matter, il suo creatore, ha detto: "l'idea della Blue Shark è arrivata lentamente, ho scoperto che nessuno ha mai provato a fare una cafè racer da una Panigale R e avevo paura di peggiorarla. Ho pensato che tanto è già la moto più bella del mondo, se la si tocca la si peggiora comunque".
Quel che ha fatto Parts World è stato spogliarla di tutto e pensare a non rovinare la bellissima meccanica con un vestito troppo contrastante o non all'altezza della finitura. Il serbatoio è stato forse l'elemento più delicato da adattare, perchè è un pezzo originale degli anni '60 rivisto nel profondo, ma con forma invariata.

Equilibrio estetico come non mai

Poi i fianchetti con le "branchie", il piccolo cupolino in alluminio spazzolato con faro tondo, il codino monoposto con sella cucita a mano e i cerchi a raggi tubeless, tutto perfettamente intonato a una meccanica che per l'occasione è stata ripulita spostando molti cavi e lasciando ben in vista lo scarico Akrapovic, vero punto di forza dell'estetica della Panigale Superleggera. Ovviamente rimane un pezzo unico che qualcuno porterà a casa per parecchi soldi... ma è valsa la pena rovinare una R per creare questa moto?

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni , special


Top