dalla Home

Special e Elaborazioni

pubblicato il 6 marzo 2017

Una scrambler elettrica da Shangai

Shangai Customs ha realizzato questa special davvero interessante, dal gusto classico ma dal cuore elettrico!

Una scrambler elettrica da Shangai
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Shangai Customs Moto Elettrica - anteprima 1
  • Shangai Customs Moto Elettrica - anteprima 2
  • Shangai Customs Moto Elettrica - anteprima 3
  • Shangai Customs Moto Elettrica - anteprima 4
  • Shangai Customs Moto Elettrica - anteprima 5
  • Shangai Customs Moto Elettrica - anteprima 6

Matthew Waddick è il titolare della Shanghai Customs, officina di elaborazione moto che ha sede proprio nella metropoli orientale. Con la scena urbana delle moto vintage sempre più presente anche in città non proprio amiche delle moto come Shangai, è cresciuta la voglia di personalità e di realizzare special bizzarre come questa Scrambler-Tracker a propulsione elettrica.

Ispirazione e voglia di innovare

Dai tempi delle prime e strane moto elettriche sembrano passati secoli, ora le moto con batterie e statori hanno finalmente un equilibrio estetico, e anche i più creativi customizer possono viaggiare con la matita e con il flessibile, realizzando bei mezzi come questo. 
"Ricercando moto elettriche su internet ho notato che sono sempre o simili a bici o simili a sportive, senza tante vie di mezzo. Onestamente le ho sempre trovate strane, decisamente poco ispirazionali, con troppa plastica o carbonio per nascondere la batteria. In questo caso ho cercato di farne una nel mio stile, volevamo creare qualcosa di davvero cool" Ha dichiarato Matthew a Bike Exif.

Ottime doti tecniche

Possiamo dire che è riuscito nel suo scopo. Tecnicamente invece sfrutta un motore da 5000W in affiancamento a un pacco batterie 72v 80amp al litio da 55 kg in prestito da un'auto ibrida, una soluzione un po' particolare ma che nel complesso ha un suo perchè, soprattutto estetico. Per quanto riguarda le prestazioni, il pacchetto permette un'autonomia davvero interessante di 250 km, con 140 km/h di velocità massima. 
Il risultato estetico, a parte la breve descrizione delle sovrastrutture molto sobrie e ben equilibrate, verge tutto nel modo di "nascondere" la parte energetica dietro griglie metalliche forate, per un risultato che ad alcuni può piacere e ad altri no. Voi cosa ne pensate?

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni , special , moto elettriche


Top