dalla Home

Special e Elaborazioni

pubblicato il 27 febbraio 2017

Revival 140: una special su base Confederate

Le moto esclusive e artigianali si possono customizzare? In questo caso si

Revival 140: una special su base Confederate
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Revival 140 Special - anteprima 1
  • Revival 140 Special - anteprima 2
  • Revival 140 Special - anteprima 3
  • Revival 140 Special - anteprima 4
  • Revival 140 Special - anteprima 5
  • Revival 140 Special - anteprima 6

Conosciamo le Confederate come moto essenziali, senza sovrastrutture e realizzate per esaltare la bellezza della meccanica e dei materiali utilizzati, lavorati di fino per avere una finitura preziosa e di classe. Con la Revival 140 vengono traditi i principi della moto artigianale americana, e per la prima volta troviamo sovrastrutture quasi normali, e un cupolino protettivo.

Customizzare una Confederate

Per intenderci, non stiamo parlando di una nuova tiratura limitata dell'officina Confederate, ma di una preparazione che ha coinvolto una Confederate Hellcat del 2012, cambiata nei connotati da Revival Cycles che le ha donato la carrozzeria di cui sopra. 
Sembra un po' un sacrilegio modificare nell'estetica una moto così particolare ed esclusiva, e dal prezzo così esagerato, ma alle richieste di un cliente è difficile dire di no, così l'officina ha realizzato su richiesta del proprietario una muscle bike a partire da meccanica e telaio della Hellcat originale. Il risultato? giudicatelo voi.

Guadagna carrozzeria, perde originalità

La particolare lavorazione ha puntato a mantenere una certa originalità e qualità, con sovrastrutture interamente realizzate a mano in alluminio spazzolato, con il faro anteriore annegato nel cupolino e derivato dai LED di una Audi S8. Lo scarico è stato realizzato artigianalmente, così come la sella e il codino. Il risultato è sì personale, ma di sicuro meno estremo e particolare, a nostro parere non riuscito come la moto da cui deriva... ma come si dice in questi casi, degustibus!

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni , special


Top