Curiosità

pubblicato il 20 febbraio 2017

bLU cRU, la “crew” racing di Yamaha

Un termine per raggruppare gli appassionati che corrono con i colori del marchio dei Tre Diapason

bLU cRU, la “crew” racing di Yamaha

Con il nome bLU cRU Yamaha intende raggruppare tutti coloro che condividono la passione per la velocità senza distinzione di genere, età o categoria, che possiedono un mezzo da competizione del marchio giapponese (pista o off-road) e che corrono sui propri tracciati preferiti per divertirsi o per gareggiare. Insomma, una sorta di hashtag che raggruppa l’ enorme equipaggio Racing dei Tre Diapason.

R-Series e Challange enduro

In modo particolare la filosofia bLU cRU valorizza le nuove generazioni di giovani piloti, creando attorno ad essi un ambiente sicuro ed incoraggiante che permette di sviluppare al meglio il proprio talento. Esempio lampante è la formula europea YZ125 bLU cRU Cup che offre a ragazzi appassionati di motocross la possibilità di mostrare sul campo le proprie capacità e di poter entrare ufficialmente nel mondo Racing di Yamaha. In Italia bLU cRU trova espressione negli storici monomarca R-Series (R125, R3 e R1 Cup) o nei Challenge Yamaha MX ed Enduro.

Lo spirito bLU cRU

La “crew” Racing di Yamaha si raduna nei circuiti per dare sfogo in primo luogo a quell’istinto alla competizione che è presente nel proprio DNA, ma al tempo stesso per godere del forte senso d’appartenenza che si crea successivamente, a motori spenti, nel paddock o sui social network. A fine giornata, infatti, sotto un gazebo, appoggiati al muretto a bordo pista o davanti ad una foto pubblicata, ci si ritrova per commentare le sessioni svolte, ricordare aneddoti del passato, scambiarsi segreti nella messa a punto della moto e raccontarsi i propri sogni futuri, sempre in sella ad una Yamaha.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , curiosità


Top