dalla Home

Sport

pubblicato il 7 febbraio 2017

SBK: presentazione ufficiale per la nuova Honda CBR1000RR

La moto di Hayden e Bradl si presenta con forme e colori inediti per il 2017, vi piace?

SBK: presentazione ufficiale per la nuova Honda CBR1000RR
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Honda CBR1000RR Red Bull Superbike - anteprima 1
  • Honda CBR1000RR Red Bull Superbike - anteprima 2
  • Honda CBR1000RR Red Bull Superbike - anteprima 3
  • Honda CBR1000RR Red Bull Superbike - anteprima 4
  • Honda CBR1000RR Red Bull Superbike - anteprima 5
  • Honda CBR1000RR Red Bull Superbike - anteprima 6

È l'unica novità in griglia e una delle più apprezzate sportive di recente presentazione, quindi non poteva che destare l'interesse degli appassionati in vista dell'unveiling ufficiale del team che porterà la CBR1000RR 2017 in pista nel mondiale Superbike. I piloti sono Nicky Hayden e Stefan Bradl, mentre la moto ha una livrea completamente nuova.

Nuova moto, nuovi colori, stessa squadra

Dietro le quinte c'è sempre il team Ten Kate, quello che gestisce la struttura ufficiale in Superbike da parecchi anni e che ha visto l'evoluzione della CBR1000RR vincendo anche il titolo mondiale con James Toseland. Dopo anni abbastanza sfortunati e una moto non all'altezza della concorrenza, questa nuova Fireblade potrebbe essere il vero punto di svolta, un cambiamento accompagnato da un nuovo sponsor, Red Bull, e da una resa estetica completamente nuova, quasi a voler segnare il cambiamento in modo ancora più marcato.
Hayden è confermato, già capace di ottime performance lo scorso anno e pilota dalla grande esperienza. Sarà lui a guidare il nuovo arrivato Bradl all'interno del mondo Superbike, che finora non ha conosciuto, avendo corso sempre sui prototipi. I numeri li hanno entrambi, sia Nicky che Stefan hanno vinto un titolo nel motomondiale (MotoGP e Moto2) e hanno parecchi anni di classe regina alle spalle.

Hayden è positivo

Nicky Hayden ha detto a motorsport.com“A Phillip Island avremo il nuovo motore ma fra Australia e Thailandia non si potrà fare nulla sulle moto, spero che arriverà qualcosa di nuovo ad Aragon. Il team mi ha fatto vedere il programma, ma per il momento non è ancora tutto chiaro. Credo in me stesso, so di avere una grande squadra alle spalle, ora ovviamente abbiamo anche il supporto di uno sponsor del livello di Red Bull e vedremo cosa riusciremo a fare". Vedremo se Nicky, pilota di punta della squadra, riuscirà a superare le difficoltà di setting incontrate nei test invernali. La moto è giovane e c'è ancora molto margine di miglioramento. A voi piace in questa veste inedita?

Autore: Redazione

Tag: Sport , superbike


Top