dalla Home

Novità

pubblicato il 6 febbraio 2017

Beta Evo Factory 2017

La gamma della trial italiana si aggiorna con modifiche meccaniche e ciclistiche per tutte le cilindrate

Beta Evo Factory 2017
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Beta gamma Evo Factory 2017 - anteprima 1
  • Beta gamma Evo Factory 2017 - anteprima 2
  • Beta gamma Evo Factory 2017 - anteprima 3
  • Beta gamma Evo Factory 2017 - anteprima 4
  • Beta gamma Evo Factory 2017 - anteprima 5
  • Beta gamma Evo Factory 2017 - anteprima 6

Beta rinnova il suo modello top di gamma per il trial, la EVO Factory, che nel 2017 riceve diversi aggiornamenti sia per quanto riguarda le versioni 2 tempi che quelle 4 tempi. Su una moto che viene aggiornata anno per anno non sono previste vere e proprie rivoluzioni ma un'evoluzione costante che quest'anno si è concentrata sulla riduzione del peso e la conseguente crescita delle prestazioni.

Le migliorie meccaniche

I modelli sui quali sono intervenuti i tecnici sono la 125 2T, 250 2T, 300 2T e 300 4T. Nella prima, la ottavo di litro, il motore è stato arricchito di un carter in magnesio per una importante riduzione di peso. Il collettore di scarico è ora in titanio, con raccordo conico al cilindro che permette un aumento delle prestazioni a fronte di un minor peso. Infine i nuovi dischi frizione bordati alleggeriscono ulteriormente la moto.
Per la 250 arrivano le stesse migliorie della 125, ma con in più un rinnovato setup di anticipo dell'accensione che migliora la risposta al comando del gas e un silenziatore inedito che migliora le performance. La 300 2T unisce agli aggiornamenti della duemmezzo una camera di combustione ridisegnata e nuovi diagrammi di distribuzione dei travasi di scarico per aumentare la coppia. Chiudiamo con la 300 4T, che a differenza della 2016 riceve soltanto il silenziatore in titanio che fa diminuire il peso e aumenta le prestazioni.

Tutte le modifiche comuni

Per tutte, invece, c'è una nuova forcella con diversa taratura di serie e piastre di sterzo anodizzate in nero. Dietro c'è una nuova sospensione con interasse maggiore e un nuovo doppio serbatoio dell'olio coassiale. Nuovo anche il link al forcellone e il portatarga con frecce integrate, come i freni con dischi più leggeri e dal diverso disegno, pompe BrakTec e pneumatici Michelin X-Light. Di minor importanza gli aggiornamenti ai tappi manubrio, il tappo serbatoio, l'interruttore a strappo, i registri catena anodizzati, le pedane ricavate dal pieno e la nuova colorazione. saranno disponibili da febbraio.

Autore: Redazione

Tag: Novità , trial


Top