dalla Home

Attualità e Mercato

pubblicato il 27 gennaio 2017

EBR chiude ancora una volta

L'azienda americana fondata da Erik Buell era stata rilanciata nel 2016, ma la nuova proprietà ha deciso di interrompere subito la produzione

EBR chiude ancora una volta
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Erik Buell Racing 1190RX 2014 - anteprima 1
  • Erik Buell Racing 1190RX 2014 - anteprima 2
  • Erik Buell Racing 1190RX 2014 - anteprima 3
  • Erik Buell Racing 1190RX 2014 - anteprima 4
  • Erik Buell Racing 1190RX 2014 - anteprima 5
  • Erik Buell Racing 1190RX 2014 - anteprima 6

Continua la nostra soap opera preferita, quella di EBR. Nella puntata precedente, datata novembre 2016, EBR aveva annunciato l'ennesima rinascita grazie alla nuova proprietà di Liquid Asset Partners, che ha da subito lanciato una nuova versione della 1190SX chiamata Black Lightning, annunciando anche l'inizio dello sviluppo di una gamma tutta nuova di motociclette. Sono bastati pochi mesi per azzerare tutto, nuovamente.

Previsioni negative, l'azienda chiude

Erik Buell Racing comunica ufficialmente la chiusura, un'altra volta. Anche i nuovi capi si sono dovuti scontrare con un progetto che - secondo i piani industriali 2017-2018 - non darebbe il ritorno economico sperato e hanno preferito gettare la spugna. Le parole che accompagnano il comunicato sono queste: "la combinazione di bassi numeri di vendita e i recenti tagli di produzione e chiusure di altri brand del settore, hanno aumentato le difficoltà nel rilancio di EBR".
Toni decisamente ridimensionati rispetto a qualche mese fa, quando il clima era molto positivo e si parlava di nuove moto, una nuova piattaforma e una diffusione capillare della rete vendita sul territorio americano ed europeo. La realtà è dura da affrontare e non si può far altro che chiudere i battenti, anche se LAP garantisce il servizio ricambi e assistenza per tutti i proprietari di EBR che hanno comprato moto in questi ultimi anni. 

Ora che succede?

Ora non sappiamo cosa succederà. L'azienda andrà di nuovo all'asta come successo (con mille difficoltà) circa un anno fa, o l'intera struttura verrà definitivamente chiusa causando una concreta perdita da parte di Liquid Asset Partners? In tutto questo, chissà cosa penserà Erik, che questa azienda l'ha fondata, affondata, vista rinascere e poi crollare di nuovo nel giro di pochissimi anni. Lo scopriremo presto, nella prossima puntata.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , mercato


Top