Abbigliamento

pubblicato il 21 gennaio 2017

RideStyle: casco Bell Pro Star [VIDEO]

Un integrale racing dai contenuti tecnici esclusivi... unico anche nel prezzo

Il bello del mondo dei motori sono anche i mille aneddoti che lo animano. Uno di questi, narra che fu il pilota Dan Gurney, nel 1968, ad utilizzare in gara il primo integrale della storia: un casco BELL. E forte di questa tradizione, il marchio americano - oggi importato in Italia da Bergamaschi - ha lanciato sul mercato un prodotto davvero "upper premium" dedicato al mondo racing, il Pro Star in fibra di carbonio.

Brevetto esclusivo

Più esattamente, la calotta di questo integrale è realizzata sfruttando un particolare brevetto per la lavorazione del carbonio, il teXtreme, che permette di ridurre lo spessore della fibra con due risultati importanti: più compattezza e minore peso. Più un terzo risultato fondamentale pew un casco: una maggiore resistenza. Tanti i dettagli a bordo che fanno poi la differenza. Come ad esempio la visiera Panovision, più ampia nella zona inferiore, che permette un’ottima visuale anche quando si guida in carena; mentre l’aerodinamica è stata studiata direttamente in galleria del vento per un elevato coeffciente di penetrazione.

Sicurezza prima di tutto

Al Top, poi, il fattore sicurezza. Sotto la calotta principale si trovano infatti ben 3 strati protettivi, con materiali differenti, che servono ad assorbire nel modo più efficiente diversi tipi di urto: bassa velocità, media velocità, alta velocità, oltre agli impatti rotazionali, con specifici accorgimenti capaci di dissipare la forza dell'impatto durante il rotolamento. Per quanto riguarda il comfort di utilizzo, invece, oltre all’efficiente sistema di aerazione, si segnala l’innovativo interno realizzato in Virus CoolJade, materiale capace di ridurre efficacemente la temperatura della testa, durante situazioni stressanti come ad esempio l’utilizzo in pista.

Una curiosità

Per esser certi che questo BELL Pro Star potesse adattarsi alla perfezione a qualunque testa, l’azienda americana ha acquistato l’intero database delle misure di testa dell’esercito americano, con oltre 4.000 misurazioni e tipologie. Il risultato sono 5 calotte per taglie dalla XS alla XXL dalla vestibilità pressoché universale. E adesso le note dolenti. Per portarsi a casa questo gioiellino è necessario un esborso a partire da 1.379 euro. Un po’ meno per il “fratellino” Race Star, fatto con normale fibra di carbonio al posto del teXtile, prezzo da 799 a 839 euro. E poi c’è lo Star “entry level”, che oltre alla calotta in textreme rinuncia anche ai guanciali magnetici e agli interni CoolJade, per un costo dai 549 a 599 euro.

Autore: Redazione

Tag: Abbigliamento , abbigliamento , caschi


Top