dalla Home

Special e Elaborazioni

pubblicato il 17 gennaio 2017

BMW S 1000 RR Turbo: una belva da 296 CV

Si chiama VDC # 92 / MK30 ed è l’ultima creatura di Steven Decaluwe di Motokouture Moto

BMW S 1000 RR Turbo: una belva da 296 CV
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW S1000RR Turbo - Elaborazione - anteprima 1
  • BMW S1000RR Turbo - Elaborazione - anteprima 2
  • BMW S1000RR Turbo - Elaborazione - anteprima 3
  • BMW S1000RR Turbo - Elaborazione - anteprima 4
  • BMW S1000RR Turbo - Elaborazione - anteprima 5
  • BMW S1000RR Turbo - Elaborazione - anteprima 6

Se i 199 Cv della BMW S 1000 RR non vi impressionano particolarmente, la specialissima elaborazione della sportiva bavarese che vi mostriamo oggi è proprio la moto che fa per voi. Perché di cavalli, grazie ad un sofisticato turbocompressore, arriva ad averne addirittura 296, secondo quanto dichiara il suo creatore Steven Decaluwe. Non quindi una semplice operazione estetica - benché da qualunque lato la si guardi questa VDC # 92 / MK30 esprime fascino a profusione - ma una vera elaborazione meccanica che rende omaggio ai leggendari propulsori BMW Megatron M12/13 turbo da 1.500 cc e 1.300 Cv di potenza, da molti considerati (negli anni '80) i più potenti motori in condizioni di qualifica mai usati in Formula1.

Una dedica speciale

Per ottenere questa micidiale potenza sulla sua S 1000 RR, Steven - tra le altre cose - ha provveduto ad abbassare il rapporto di compressione a 9,2:1, mentre un apposito scarico aperto lascia libera l’erogazione di esprimere tutto il suo carattere selvaggio. Interessante come il telaio originale della sportiva tedesca riesca a resistere alle micidiali bordate di potenza di questa special, grazie anche ad alcune ottimizzazioni dell’elettronica. La velocità massima, nonostante l'iniezione di forza nel motore, è stata volutamente limitata a 319 km/h, raggiungibili però già in 4° marcia. Altre modifiche riguardano l’utilizzo di un forcellone in carbonio, una forcella Öhlins all'anteriore e ruote prese in prestito direttamente da una HP4. Il tutto per un peso complessivo di 196 kg. E infine una curiosità: il nome di questa speciale S 1000 RR, VDC # 92 / MK30, è in memoria di un amico pilota di Steven, Vick de Cooremeter, deceduto tragicamente nel 2014.

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni


Top