dalla Home

Special e Elaborazioni

pubblicato il 3 gennaio 2017

Una Honda cafè racer con la carrozzeria in pietra!

Serbatoio, cupolino e codino sono in roccia basaltica. Una trovata bizzarra e assolutamente inutile, ma affascinante

Una Honda cafè racer con la carrozzeria in pietra!
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Una Honda CX fatta di pietra - anteprima 1
  • Una Honda CX fatta di pietra - anteprima 2
  • Una Honda CX fatta di pietra - anteprima 3
  • Una Honda CX fatta di pietra - anteprima 4
  • Una Honda CX fatta di pietra - anteprima 5
  • Una Honda CX fatta di pietra - anteprima 6

I customizer non sanno più come stupire, ed è solo per questo motivo che Chris Zernia ha voluto realizzare questa particolare Honda CX500 del 1982, con le sovrastrutture interamente realizzate in roccia basaltica e scolpite a mano. Proprio così, una moto con la carrozzeria in pietra.

Basalto al posto del metallo

Come possiamo vedere dalle foto pubblicate da Bike Exif, lo stile è quello di una classica cafè racer, molto curata nello stile e piacevole nelle forme. I profili non sono così smussati e precisi come quelli di una bella lastra di alluminio, ma realizzare un serbatoio e altre parti con scalpello e martello non deve essere poi così facile.
La meccanica è rimasta praticamente invariata, mentre per la ciclistica è stata utilizzata una forcella custom di una VT600 Shadow all'anteriore e due molle di Harley-Davidson Dyna al posteriore. Il freno anteriore è stato completamente rimosso e rimane soltanto il tamburo posteriore per rallentare la corsa di questa scultura mobile, che con tutti quel basalto sopra pesa la bellezza di 450 kg.

Una moto senza senso, ma affascinante

La cosa più bella, però, è che non si tratta di una show bike inutile, ma è oggettivamente una moto marciante. Il serbatoio è funzionante anche se lo spazio ricavato all'interno della roccia basta per pochi litri di carburante, mentre la sella in pieta non deve essere una delle più confortevoli del mondo, nonostante il disegno a coste del monoposto si ispiri a sedute abbastanza confortevoli. Per stare in tema, poi, il proprietario si è costruito un casco in pietra, ovviamente in tinta. Questa particolarissima CX è stata realizzata principalmente per partecipare al concorso "Build da Fukker" indetto dalla rivista tedesca Custombike, ed al momento è fra le tre moto finaliste. A parte lo scopo del concorso, non troviamo un vero senso a questa moto, ma forse è questo il vero fascino.

Autore: Photo by Chris Rausch

Tag: Special e Elaborazioni , special


Top