Curiosità

pubblicato il 29 novembre 2016

EcoHelmet: casco di carta ecologico e pratico [VIDEO]

Un progetto pensato per il bike sharing, ma che apre orizzonti interessanti per nuove tecnologie di protezione della testa

EcoHelmet: casco di carta ecologico e pratico [VIDEO]

La carta è uno dei materiali più duttili di cui possiamo disporre. Ha svariati usi in tutti i campi e la nostra quotidianità non può prescindere da lei. Fra le applicazioni che si stanno sviluppando ultimamente c'è - ad esempio - quella del design che sfrutta la resistenza del cartone (trattato a dovere) per costruire mobili ed elementi di arredo. Ma perchè non andare anche oltre?

Ma un casco di carta può proteggere?

Per esempio per costruire dispositivi di sicurezza, come un casco che si può tranquillamente ripiegare e mettere via occupando poco spazio (come si vede dal video qui sotto, già pubblicato da RideApart). L'idea arriva dagli Stati Uniti e la startup EcoHelmet è stata premiata con il James Dyson Award. L'applicazione in campo ciclistico può essere ampia, ma è indicato soprattutto per quelli che utilizzano il bike sharing in città e che devono fare i conti con l'ingombro di un casco, che potrebbe anche essere fornito dalla stesa società che gestisce le bici, grazie ai costi contenuti.
Diverso è il discorso se parliamo di moto. Come può uno strumento del genere proteggere la testa anche ad alte velocità? Per il momento non lo sappiamo, questo progetto realizzato per essere protettivo quanto comodo ed economico, utilizza appena 5 dollari di materiale ed è realizzato con una speciale struttura a nido d'ape che assorbe i colpi.

È ancora da perfezionare

Il problema più grosso di questo casco supereconomico è che si deteriora con il tempo e che - nonostante il trattamento con materiali idrorepellenti - non è adatto per prendere troppi acquazzoni, perdendo la sua caratteristica durezza e quindi tutte le sue proprietà protettive. Il premio ricevuto al Dyson Award è di 30.000 dollari, che verranno investiti per perfezionare e continuare a migliorare il progetto. Voi cosa ne pensate?

 

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , caschi


Top