Attualità e Mercato

pubblicato il 25 novembre 2016

La moto? Me la faccio col prestito

Crescono i finanziamenti per comprare la moto... vediamo se conviene sul serio

La moto? Me la faccio col prestito

Salgono i prestiti per auto e moto nuove o usate in Italia. Lo dice l’Osservatorio sul credito al consumo di Prestiti.it, che si è basato su un’analisi condotta su 30.000 domande di finanziamento. Presentate nel periodo compreso tra maggio e ottobre 2016.

Chi chiede soldi

Il profilo tipo di chi chiede accesso al credito è questo: uomo (nel 73% del campione), ha 40 anni, uno stipendio mensile di 1.570 euro e punta a ridare i soldi indietro a banche e finanziarie in 60 mesi. Una motivazione che cresce in maniera significativa è quella dell’acquisto di moto usate, in sei mesi (rispetto al periodo da novembre 2015 ad aprile 2016): sono passate dal rappresentare poco più del 2% al 7,2%. Percentuali più piccole per le moto nuove, che vedono però addirittura triplicare le domande di prestito (dallo 0,4% all’1,2% del totale delle finalità indicate in fase di preventivo).

La convenienza? Dipende

Difficile dire in modo assoluto se il finanziamento convenga oppure no. Il fatto è che oggi anche piccole somme rappresentano un peso, e quindi c’è la propensione a chiedere il prestito. Tutto dipende dal tasso di interesse vero, ossia da quanto si andrà a pagare nel totale, una volta versata l’ultima rata. È fondamentale ottenere un prestito a tassi umani dalle banche, stando alla larga da chi propone tassi assurdamente alti. A proposito di sostenibilità delle spese, si tenga inoltre presente che, come appena emerso dal Forum fra Ania (associazione delle assicurazioni) e consumatori, il 61,3% delle famiglie fa fatica ad arrivare a fine mese.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , varie , mercato , usato


Top