Attualità e Mercato

pubblicato il 24 novembre 2016

Guanti obbligatori in Francia: un ottimo inizio

Dal 20 novembre è in vigore la nuova legge che obbliga all'utilizzo di guanti omologati. Poche multe e motociclisti preparati

Guanti obbligatori in Francia: un ottimo inizio

La Francia ha reso obbligatori i guanti per chi usa moto e scooter a partire dal 20 novembre, anche per il passeggero. In un precedente articolo vi abbiamo illustrato i dettagli di questa nuova legge che prevede l'utilizzo in tutte le stagioni e con prodotti omologati e testati per limitare strappi, abrasioni e perforazioni. Chi verrà fermato sprovvisto di guanti riceverà una multa di 68 euro (scontati nel caso si paghi la multa entro 15 giorni) e la decurtazione di un punto patente.

Guanti obbligatori, poche multe

A pochi giorni dall'entrata in vigore di questa nuova legge, si fanno le prime multe e si verifica come l'utenza francese ha reagito a questo cambiamento, che in realtà non è poi così radicale. Sarà anche per la stagione fredda, ma non sono tanti i motociclisti fermati e multati per l'assenza di protezioni sulle mani. La maggior parte di quelli sanzionati, ha affermato di non essere al corrente della nuova legge o indossava guanti non omologati.
Per sensibilizzare all'utilizzo e informare i motociclisti, le associazioni AXA Prévention e Club 14 hanno deciso di regalare guanti con omologazione CE e protezioni. L'evento è stato organizzato a Parigi e Marsiglia (due delle città più "dueruotiste" di Francia) e ne sono stati distribuiti 1300 paia in entrambe le città. Probabilmente non saranno di qualità eccellente, ma è comunque un'ottima iniziativa.

I francesi esempio per l'Europa?

L'Europa, nel mentre, osserva come va questo "esperimento" francese, e sarà interessante capire se diventerà una regola europea in futuro. Come esiste l'obbligo del casco, anche quello dei guanti può salvare da brutti infortuni. Nelle cadute - anche le più banali - le mani sono la prima parte del corpo che tocca terra e si dimostrano utili alla protezione nell'87% dei casi. I francesi sembrano essersi adeguati senza problemi alla nuova legge, quindi l'idea di un'estensione a tutta l'area Euro in futuro non è poi così inverosimile. Voi cosa ne pensate?

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , codice della strada


Top