Novità

pubblicato il 18 novembre 2016

BMW R 1200 GS 2017 Vs. 2016: come e dove cambia?

La regina del mercato ha ricevuto modifiche di dettaglio, ma quanto è davvero diversa dal modello 2016?

BMW R 1200 GS 2017 Vs. 2016: come e dove cambia?
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW R 1200 GS 2017 Vs. 2016 - anteprima 1
  • BMW R 1200 GS 2017 Vs. 2016 - anteprima 2
  • BMW R 1200 GS 2017 Vs. 2016 - anteprima 3
  • BMW R 1200 GS 2017 Vs. 2016 - anteprima 4
  • BMW R 1200 GS 2017 Vs. 2016 - anteprima 5
  • BMW R 1200 GS 2017 Vs. 2016 - anteprima 6

"Ma è uguale a quella di prima!" Questa frase l'abbiamo sentita diverse volte a EICMA in riferimento alla nuova BMW R 1200 GS 2017, aggiornata alla versione Euro4 e con diverse novità sia a livello estetico che di contenuti. Il fatto che per molti - a prima vista - la differenza sia impercettibile rispetto alla GS 2016, ci porta a mettere a confronto il vecchio e il nuovo modello in modo un po' più approfondito. 
L'idea di rendere tutto non troppo diverso fa parte della filosofia di BMW Motorrad, che propone restyling sempre incentrati sulla continuità e mai sul cambio radicale dell'estetica. Soltanto quando si decide di cambiare un modello in maniera totale a Monaco sono capaci di azzardare, ma non è questo il caso e la GS 2017 mantiene la stessa filosofia stilistica, ma le linee di alcuni dettagli sono comunque state ridisegnate da zero e viste da vicino sono completamente diverse.

Becco e fianchetti, i cambiamenti ci sono

Partiamo dall'elemento che più di tutti ha segnato il successo del modello GS con motore Boxer: il becco. Nella versione 2017 è leggermente più corto e tozzo, con una presa d'aria più importante sotto il faro e con la parte di raccordo con i fianchetti molto più allungata verso il serbatoio.
L'effetto "disteso" prosegue anche nei nuovi fianchetti, con le prese d'aria trapezoidali molto più stirate e raccordate alla nuova parte inferiore. La piastra laterale in alluminio - forse l'elemento più discusso dell'estetica della GS a raffreddamento misto - non è più a punta verso l'anteriore, ma scende in modo più dolce e ha dimensioni leggermente inferiori. Ora il logo BMW campeggia non più sul metallo ma su un prolungamento plastico che porta fino al nuovo serbatoio.

Serbatoio e posteriore

Anche il contenitore della benzina è molto diverso rispetto al passato. Dalle linee molto elaborate - con le due "spalle" che si raccordavano alla parte frontale - si passa a una soluzione più tradizionale nella linea ma non banale. Ora la forma più evidente è l'incavo molto ampio per le ginocchia, a tutto vantaggio del comfort per il pilota.
Al posteriore non si vedono tante differenze e il nuovo scarico che mantiene le emissioni all'interno dei nuovi limiti Euro4 è cambiato solo nella parte interna. Quello che veramente cambia sono le pedane del passeggero, ora dotate di un paratacco molto più efficiente e vistoso, estensione strutturale della stessa pedana fin dall'attacco al telaietto posteriore. La sella differente della foto non è indicativa, perchè all'acquisto si possono scegliere diverse selle, dalle più sostenute alle più sportive. Siete ancora convinti che la GS 2017 è uguale a quella di prima? A volte i dettagli fanno una differenza enorme, e per cambiare tutto senza tradire quello che i motociclisti hanno apprezzato di più, ci vuole davvero grande capacità!

Autore: Redazione

Tag: Novità , design , eicma 2016


Top