Novità

pubblicato il 16 novembre 2016

Norton V4 RR e V4 SS 2017

Estreme e preziose le due nuove Superbike inglesi, che hanno motore a 4 cilindri da 1200 cc

Norton V4 RR e V4 SS 2017
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Norton V4 RR e V4 SS - anteprima 1
  • Norton V4 RR e V4 SS - anteprima 2
  • Norton V4 RR e V4 SS - anteprima 3
  • Norton V4 RR e V4 SS - anteprima 4
  • Norton V4 RR e V4 SS - anteprima 5
  • Norton V4 RR e V4 SS - anteprima 6

Norton aveva promesso l'arrivo di una Superbike estrema, ed eccola finalmente senza veli, in tutta la sua abbagliante esclusività. Questa moto si chiama V4 e come si può evincere, è dotata di un motore 4 cilindri a V di nuovissima concezione, nato interamente a Donington da un foglio bianco. Anche tutto il resto nasce da un progetto inedito e il risultato finale è sorprendente.

Due versioni, una più esclusiva dell'altra

Parlando di aspetti tecnici, questa moto è costruita attorno a un telaio già ampiamente testato in gara nel TT negli scorsi anni, un bellissimo traliccio di tubi lucidato ad arte di classica scuola inglese, come anche il forcellone monobraccio. La ciclistica si affida a sospensioni Ohlins di ultima generazione e a freni brembo di alta gamma, mentre le sovrastrutture in verniciatura cromata riprendono le grafiche racing dei prototipi Norton che hanno corso all'Isola di Man nelle ultime edizioni.
Le versioni che verranno prodotte sono 2, una V4 RR e una V4 SS. La prima in versione più "umana" e la seconda in versione estrema con sovrastrutture e cerchi in carbonio. Della SS sono previsti 200 esemplari, già tutti venduti al modico prezzo di 44.000 sterline, mentre dei 250 pezzi della RR ce ne sono ancora disponibili al prezzo di listino di 28.000 sterline.

Il motore è di 1200 cc

Il motore è - comunque - l'elemento più interessante, anche perchè non segue le logiche di mercato e delle competizioni. Si tratta di un V4 da 1200 cc (non 1000), sviluppato di questa cubatura per poter raggiungere facilmente i 200 CV senza rendere l'elaborazione del motore troppo estrema. L'obbiettivo di Norton non è quello di partecipare al mondiale SBK o di vincere il TT, ma semplicamente di realizzare la moto inglese più veloce e potente di sempre. Non ci sono dati tecnici precisi, ma fra le poche chicche dichiarate a MCN c'è anche l'assenza degli specchi retrovisori, sostituiti da una retrocamera sempre attiva sullo schermo da 7" della strumentazione. 

Autore: Redazione

Tag: Novità , anticipazioni


Top